rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Stadio / Piazzale Olimpia

Verona, "cori razzisti contro Muntari" del Milan: guai per l'Hellas. Curva chiusa e multa da 50mila euro

Lo ha deciso il giudice sportivo dopo che nel corso del match di domenica "circa 3mila sostenitori" scaligeri avrebbero indirizzato "ululati" al giocatore di colore. La società insorge: "Pura follia dalla Procura federale. Chiederemo danni"

Multa di 50mila euro e obbligo di disputare una gara con il settore Curva Sud privo di spettatori, con la revoca della sospensione dell'esecuzione della sanzione inflitta il 14 gennaio scorso a seguito dei cori contro Pablo Armero nel corso di un incontro con il Napoli. Le giornate senza sostenitori gialloblù in Curva saranno dunque due.

Lo ha deciso il giudice sportivo della Serie A, Gianpaolo Tosel, nei confronti della società gialloblù, dopo che nel corso del match di domenica scorsa contro il Milan "al 30esimo minuto e al 41esimo del primo tempo, circa 3mila sostenitori scaligeri, collocati in Curva Sud, occupata complessivamente da circa 5mila persone, avevano indirizzato al calciatore Muntari, ogni qualvolta entrava in possesso del pallone, il coro "uh, uh, uh" distintamente percepito in altri settori dello stadio", un comportamento ritenuto "espressivo di discriminazione per motivi di razza".

Ammenda di 30mila euro anche per l'Inter, poichè sono stati segnalati cori di discriminazione territoriale rivolti contro i tifosi del Napoli nel corso della gara giocata domenica sera a San Siro.

LA REAZIONE - "Quella in atto è una vera e propria persecuzione verso Verona e l'Hellas Verona. Vogliono distruggere una tifoseria" commenta duramente Lorenzo Fontana, eurodeputato della Lega Nord. "I cori razzisti verso Muntari non ci sono stati. Ero in curva come sempre, e nessuno ha sentito niente. Infatti a fine partita, ne' i dirigenti del Milan, ne' quelli del Verona, ne' i giornalisti e addetti ai lavori presenti ha fatto cenno alla cosa. Invece c'è stata, ben visibile a tutto lo stadio, l'inutile provocazione di Muntari verso il pubblico veronese che ha mimato le tre dita in segno dei tre gol del Milan. Eppure il giudice sportivo ha chiuso la Curva Sud, mentre Muntari è rimasto impunito. Siamo dinanzi a un caso di razzismo all'incontrario".

LA SOCIETA' -"Riteniamo che siano sufficienti le immagini televisive per smentire categoricamente quanto di più non veritiero, sia stato buttato addosso ad una gloriosa società e ad una gloriosa tifoseria". Non ci sta la società gialloblù alle accuse di razzismo. Le ennesime. "In oltre 110 anni di storia mai nessuno aveva osato tanto - spiega una nota dell'Hellas Verona -. Oggi, così come nel caso di Armero del 12 gennaio scorso (altra grottesca ricostruzione dei fatti, ricordiamolo bene), alla nostra società, alla nostra tifoseria, alla nostra città, viene accostata un'etichetta che non esiste. I tre signori della Procura federale, presenti domenica allo stadio Bentegodi, hanno delle responsabilità gravissime per quanto scritto nel rapporto inviato al giudice sportivo".

"La nostra società ha già richiesto la procedura d'urgenza per essere risarcita di un danno che ci ha lasciato indignati e arrabbiati, perché quello compiuto è un atto di pura follia: la chiusura della Curva Sud, ingiustamente colpita (e dimostrato dalle immagini televisive), rappresenta il punto più basso della nostra storia. Affermare che tremila tifosi abbiano intonato presunti cori definiti "razzisti" e che nessun addetto ai lavori, nessun tifoso, nessun rappresentante delle forze dell'ordine, né la società Milan, né il tesserato rossonero Sulley Muntari, né gli organi di stampa presenti allo stadio, il giorno della partita e nei giorni successivi, abbiano avvertito o sollevato la benché minima volontà di parlare di un fenomeno di tale importanza, lascia la nostra società ancora più perplessa e arrabbiata di fronte al provvedimento adottato e rendicontato dai rappresentanti della Procura. E, dinanzi ad una prova di forza di questo tipo, di una cosa questa società è sempre più convinta: siamo con i nostri tifosi, siamo soli contro tutti!".

LE PROVE TELEVISIVE DELL'HELLAS

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, "cori razzisti contro Muntari" del Milan: guai per l'Hellas. Curva chiusa e multa da 50mila euro

VeronaSera è in caricamento