menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Antonio Santo, presidente Fonicap

Antonio Santo, presidente Fonicap

Può partire da Verona la sfida più ambiziosa contro il tumore ai polmoni

Dal 30 novembre si terrà il convegno nazionale del Fonicap che ha invitato i presidenti delle principali società che si occupano oncopneumologia per siglare un protocollo d'intesa

Ogni anno, in Italia, 41mila persone si ammalano di tumore al polmone e 33mila muoiono. Solo il 14% degli uomini e il 18% delle donne possono sperare di sopravvivere alla malattia nei cinque anni successivi. Il 40% dei pazienti non ha accesso alle cure e alle buone pratiche di ultima generazione.

Per contrastare questi dati allarmanti Fonicap, la forza operativa nazionale interdisciplinare contro il tumore al polmone, presieduta dal dottor Antonio Santo, ha invitato per l'1 alle 17 nell’Auditorium Domus Mercatorum della Camera di Commercio di Verona i presidenti delle principali società scientifiche oncopneumologiche, del Tribunale del Malato e della Lega Italiana per la lotta ai tumori, con l’obiettivo di siglare un protocollo di intesa che li porti a collaborare all'insegna della multidisciplinarietà e a individuare o favorire la nascita di più unità funzionali o strutturali multidisciplinari di oncopneumologia (assimilabili ai Giof) in ogni regione d'Italia in base a precisi criteri epidemiologici di incidenza delle neoplasie toraco-polmonari. Invitata, con una lettera aperta, anche la ministra alla salute, Beatrice Lorenzin.

L’evento sarà il momento più importante del XIII convegno nazionale Fonicap che inizierà giovedì 30 novembre alle 14 e si concluderà sabato 2 dicembre nel tardo pomeriggio. Una tre giorni di dibattiti e relazioni sulle più interessanti novità in merito alla diagnosi e cura dell'oncologia polmonare.

Previsto anche un premio per i tre migliori contributi scientifici in oncopneumologia di giovani ricercatori sotto i 40 anni.

Meglio essere co-protagonisti di una grande vittoria, piuttosto che i protagonisti unici di una grande sconfitta - ha commentato Antonio Santo - Poiché la ministra Lorenzin oltre un anno fa ha invitato le varie società scientifiche a presentare progetti o idee innovative, noi siamo scesi in campo con una proposta molto concreta: creare l'alleanza italiana contro le neoplasie toraco polmonari che veda insieme tutte le maggiori associazioni medico scientifiche italiane nel principale interesse del paziente, il quale ha diritto ad avere cure gratuite e agli stessi standard di eccellenza, in ogni parte d’Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento