Cronaca Borgo Venezia / Strada Regionale 11

Verona, Polizia Stradale in azione contro gli incidenti: 12 patenti ritirate in una sola notte

Nella notte tra giovedì 12 e venerdì 13 novembre, la Polizia Stradale ha condotto dei controlli notturni mirati alla prevenzione degli incidenti

Dalle 23 di giovedì 12 fino alle 6 di mattina di venerdì 13 novembre, tanto sono durati i controlli messi in campo da Polizia Stradale e Polizia Municipale di Verona per scoraggiare e, quando necessario colpire, quella fetta di conducenti indisciplinati che affogando il buon senso nel fondo di un bicchiere pensano di poter deliberatamente sbeffeggiare ogni regola e guidare, magari ad alta velocità, in preda ai fumi dell'alcol oppure sotto il nefasto effetto delle droghe più svariate che il mondo criminale propone al popolo della notte, e non solo. E allora, se per qualcuno il buon senso non è di casa, ecco che le 7 ore di controlli ininterrotti sono servite a fermare la "corsa alcolica" di 12 automobilisti che, tra il centro cittadino e la Strada Regionale 11, principale direttrice per il bacino del Garda, costituivano un vero e proprio pericolo per se stessi e per gli altri automobilisti.

Le forze messe in campo sono state 6 pattuglie della Polizia Municipale, 7 pattuglie della Polizia Stradale e 2 camper con altrettanti medici della Polizia di Stato della Questura di Verona sono state coordinate sul campo direttamente dai Comandanti Altamura e Lacquaniti, che hanno anch'essi preso parte ai controlli. Il coordinamento nazionale di questi controlli è gestito dal Servizio Polizia Stradale di Roma che, con il contributo della Fondazione ANIA per la sicurezza stradale, ha dotato le pattuglie di precursori per le droghe che consentono di selezionare i conducenti da avviare ai controlli medici presso i camper, propedeutici al prelievo di liquidi biologici su cui condurre poi le analisi presso l'Istituto di Medicina Legale.

L'attività di controllo visto 3 posti di blocco, 432 conducenti controllati e altrettanti veicoli, 12 patenti ritirate per guida in stato d'ebbrezza alcolica, 5 patenti ritirate cautelarmente per uso di droghe in attesa delle analisi forensi, 2 veicoli privi di revisione ed infine, tanta, ma tanta prevenzione con parecchi giovani che, in uscita dai locali e comunque prima di porsi al volante, si avvicinavano ai poliziotti chiedendo di essere controllati per sapere se potevano o meno guidare.

La nottata è trascorsa senza incidenti, e allora, sebbene la prevenzione sia difficilmente misurabile, quale migliore risultato potremmo aspettarci? Quale miglior auspicio formulare in vista dei prossimi controlli notturni, che proseguiranno ininterrotti ogni settimana fino alle festività natalizie? La risposta arriva dalle parole del Dirigente della Polstrada: "Ci fa estremo piacere che i giovani si avvicinino spontaneamente perché la finalità di questi servizi non è portare via patenti, ma far sì che per le nostre strade possono circolare persone che non siano in stato psicofisico alterato". Incalza il Comandante della Polizia Municipale: "Il nostro intendimento è rendere le strade più sicure perché i morti che si piangono pretendono il nostro impegno in termini di prevenzione e non solo repressione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, Polizia Stradale in azione contro gli incidenti: 12 patenti ritirate in una sola notte

VeronaSera è in caricamento