Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Nogara / Via Roma

Verona, nei confronti di Laura Roveri "non c'è stato stalking": archiviata la denuncia contro l'ex

Secondo il giudice vicentino non ci sarebbe stato atteggiamento persecutorio protratto nel tempo e che andasse a configurare un'accusa a Enrico Sganzerla. Lui in un locale di Vicenza aggredì la 26enne di Nogara colpendola con 16 coltellate

Contro la sua ex non avrebbe messo in pratica nessun episodio inquadrabile come “stalking”. I giudici non hanno ritenuto infatti che le decine di sms inviate da Enrico Sganzerla a Laura Roveri non fossero “persecutori”. E per questo l’accusa di stalking contro di lui è stata archiviata dal giudice per le indagini preliminari di Vicenza, Dario Morsiani. Nella primavera 2014 il commercialista di Cerea era stato arrestato per aver accoltellato sedici volte la 26enne insegnante di yoga residente a Nogara. Una esplosione di violenza avvenuta la sera del 12 aprile, in un disco club della provincia berica. Dopo essersi rimessa e aver gridato anche in tv la violenza di cui era stata vittima, era stata Roveri stessa ad avanzare la denuncia per stalking contro l’ex fidanzato, di 43 anni. Aveva spiegato che era convinta che qualcuno la seguisse (un investigatore privato) e aveva mostrato tutti i messaggi che aveva ricevuto sul cellulare, tra cui molti in cui si ipotizzava una qualche “vendetta” per aver rotto la relazione e per aver intrecciato amicizie che lui non accettava.

Ma per il giudice le intimidazioni non sono state sufficienti a configurare lo stalking. Questo perché, come spiegano i quotidiani locali, sarebbero stati “limitati nel tempo” e non avrebbero comunque indotto, nella ragazza, stati d’animo descritti nell’articolo specifico del Codice penale. Il commercialista è agli arresti domiciliari in case dei genitori con l’accusa di tentato omicidio pluriaggravato e premeditato.

“Sono scioccata dall'ennesima dimostrazione della lontananza della magistratura dalla realtà - ha spiegato -. Più volte ho confermato agli inquirenti che questi comportamenti spesso mi hanno costretta ad alterare le mie abitudini di vita in modo consistente, per di più non solo nell'ultimo periodo. Dispiace vedere quanto la magistratura poco possa fare e capire un'emergenza quale quella della violenza sulle donne. Il mio impegno ora prosegue più agguerrito di prima sperando che questo modo di interpretare la norma suddetta venga presto definito anacronistico e misogino quale in effetti è”.

QUINDICI COLTELLATE ALLA EX: "QUASI AMMAZZATA PER UNA FESTA CON AMICI"

GLI SMS DI SGANZERLA A LAURA: "NON MI CONOSCI, SARO' IL TUO PEGGIOR NEMICO"

"LUI È A CASA IN PANTOFOLE DA MAMMA E PAPA' E A ME TOCCA LA SCORTA"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, nei confronti di Laura Roveri "non c'è stato stalking": archiviata la denuncia contro l'ex

VeronaSera è in caricamento