menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, colpo con scasso al panificio in città: il proprietario lo vede e riesce a farlo arrestare

Aveva visto un uomo scavalcare la recinzione del suo negozio e poi allontanarsi a bordo di un furgone. Presi di mira gli uffici: i carabinieri giungono immediatamente sul posto e trovano il ladro poco distante

Si dovrà presentare giornalmente alla polizia giudiziaria dopo essere stato sorpreso subito mentre tentava di forzare gli uffici di un noto panificio di Verona. Erano passate da poco le 2 di martedì mattina quando il titolare del negozio di via della Consortìa ha chiamato il 112 in quanto aveva visto un uomo scavalcare il cancello e allontanarsi a bordo di un furgone.

Immediatamente sul posto si sono portati i carabinieri di Parona-Valpolicella che, dopo aver constatato la presenza di segni di forzatura sulla porta d’ingresso, si sono messi alla ricerca del mezzo. E così il troppo poco tempo passato tra la chiamata e l’intervento dei militari dell’Arma non ha consentito al fuggiasco di dileguarsi. I carabinieri hanno rintracciato il malfattore in via Mameli. La descrizione fatta dal denunciante corrispondeva totalmente al fermato e dopo aver visionato il sistema di videosorveglianza presente nei pressi dell’attività commerciale, hanno avuto la certezza che l’uomo era quello rintracciato.

Condotto in caserma, è stato dichiarato in stato di arresto per tentato furto aggravato. Martedì mattina è stato accompagnato dai militari davanti al giudice che ha disposto la misura cautelare a carico dell’uomo che si dovrà presentare davanti al tribunale scaligero il prossimo 15 settembre per la prossima udienza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

  • Casa

    Bollette luce e gas: come ottenere la rettifica

  • Formazione

    Quali sono le soft skills più richieste nel 2021? Come apprenderle

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento