Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Colognola ai Colli / Piazzale Trento

Domiciliari e comunità per l'uomo che ha aggredito la matrigna a colpi di mannaia

Luigi Trentin, 39 anni, è stato condotto dai carabinieri di Colognola ai colli davanti al gip, che ha disposto la misura cautelare con il fine di sottoporre l'uomo alle dovute terapie per curare i suoi problemi psichici

È stato condotto nella giornata di venerdì, dai carabinieri di Colognola ai Colli, davanti al gip Giuliana Franciosi, che ha disposto gli arresti domiciliari in comunità dove verrà seguito e controllato. 

Luigi Trentin si è presentato davanti al magistrato con lo sguardo vuoto di chi non si rende conto di cosa stia succedendo. L'uomo è agli arresti da mercoledì 18 dicembre, quando tentò di uccidere la matrigna a colpi di mannaia, e ora verrà quindi trasferito in una struttura dove i suoi problemi psichici, che già in passato lo avevano portato a commettere qualche piccolo reato, potranno essere curati con le opportune terapie. 

La brutale aggressione avvenne nella stanza da letto. Mentre la donna stava riposando il figliastro di 39 anni, l'ha aggredita prima con due bottiglie e poi con la mannaia. La vittima però è riuscita prima a coprirsi il capo, riportando ferite sugli arti superiori, e poi a sfuggire in un'altra stanza dove ha potuto chiamare i carabinieri. Non è ancora chiaro però cosa abbia scatenato la furia di Trentin. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domiciliari e comunità per l'uomo che ha aggredito la matrigna a colpi di mannaia

VeronaSera è in caricamento