Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Via dei Santi

Vanno al cimitero per rendere omaggio ai propri defunti ma Agec ha esumato le salme

Una sgradita sorpresa che nell'ultimo periodo pare essersi verificata più di una volta a Ca' di David, con i familiari scocciati perché non riescono a trovare la tomba dove è stato seppellito il proprio caro

Si sono recati al cimitero per rendere omaggio a propri cari defunti, pregare per loro e magari ornare le loro tombe con dei fiori ma giunti sul posto hanno avuto una sgradita sorpresa. A causa di esumazioni ed estumulazioni infatti, non sono riusciti a trovare i loculi in questione e, a giudicare la reazione, non dev'essere neppure la prima volta che capita a Ca' di David. Tant'è vero che il promotore del comitato locale per il cimitero, Gianfranco Caliari, ha deciso di rivolgersi direttamente ad Agec, a cui dal 2001 è affidata la gestione cimiteriale, per chiedere un adeguato preavviso sull'estrazione delle salme. 

Dall'azienda fanno sapere che gli avvisi di tali provvedimenti vengono posti con largo anticipo sulle tombe e sui loculi interessati, ma che allo stesso tempo l'azienda si sta attrezzando per inviare a casa dei cittadini delle lettere informative. "Una lettera dell'Azienda ai parenti richiedenti potrebbe essere la soluzione migliore", afferma Caliari nella nota inviata ad Agec, precisando che queste brutte sorprese si sono verificate spesso ultimamente, soprattutto tra chi "essendo emigrato da Ca' di David e avendo scarsa frequentazione del cimitero", non riesce a leggere "i locali, periodici avvisi". Nel suo appello il promotore locale per il cimitero inoltre mette in luce la necessità di dare maggiori dettagli con i cartelli di preavviso, specificando gli indirizzi aziendali a cui rivolgersi per avere informazioni sulle date delle esumazioni ed estumulazioni, ipotizzando che il problema interessi tutti i 23 cimiteri veronesi.

"Utilizziamo una procedura consolidata ormai da tempo ed è difficile che un cittadino non si accorga delle operazioni che si accingono a essere effettuate sulla tomba del proprio caro", afferma sulle pagine del quotidiano L'Arena il dirigente dell'area servizi cimiteriali dell'Agec, Giovanni Governo. "Mettiamo avvisi con biadesivi oltre 6 mesi prima la scadenza della concessione di loculi e tombe, e cerchiamo di avvisare sempre in prossimità del giorno dei morti, quando gli afflussi ai cimiteri sono più alti".
Nel 1983 il Comune di Verona gestiva direttamente l'attività cimiteriale e ridusse da 50 a 30 anni le concessioni dei loculi, le prime scadenze quindi hanno iniziato a presentarsi nel corso del 2013. "Dal maggio del 2012 è stata data ampia divulgazione delle scadenze anche tramite le circoscrizioni, il Comune e la polizia mortuaria - prosegue poi Governi - Le esumazioni da terra, invece, sono sempre state condotte nello stesso modo con la pubblicazione degli elenchi di chi soggetto a esumazione e la sistemazione di appositi cartelli su ogni campo. Ci stiamo attrezzando - conclude - per raggiungere direttamente i parenti dei defunti con delle lettere". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno al cimitero per rendere omaggio ai propri defunti ma Agec ha esumato le salme

VeronaSera è in caricamento