Cronaca Bardolino / Lungolago Francesco Lenotti

Verona, cicloturismo e ambiente: il Garda avrà portali web dedicati

L'iniziativa degli albergatori del lago: "Così incrementiamo l’offerta del nostro territorio in primavera e autunno, periodi durante i quali abbiamo poca concorrenza dal mare e dalla montagna"

Da un’idea di Federalberghi Garda Veneto, affiancata dalle Associazioni Albergatori delle località della Riviera degli Olivi e dalle amministrazioni comunali è nato un circuito web che pubblica i tracciati dei percorsi per trekking, passeggiate e mountain bike che si snodano tra le belle spiagge e le verdeggianti colline che si affacciano sul lago. Un portale “cappello”,  al quale sono collegati i portali delle singole associazioni locali che, mantenendo la stessa impostazione e linea grafica, rappresentano un circuito coordinato ed omogeneo. Già attivi i portali dell’associazione albergatori di Garda, di Bardolino e di Peschiera del Garda e in fase di attivazione quelli di Malcesine e Brenzone. Stanno raccogliendo il materiale per aderire al progetto le Associazioni di San Zeno di Montagna e Torri del Benaco. Al momento manca all’appello solo Lazise.

Visitando questi siti il turista trova itinerari e idee per fare escursionismo e trekking. Un comodo tracciato sulla mappa, scaricabile in vari formati, indicazioni sulla lunghezza del percorso, tempo di percorrenza, dislivello e foto accattivanti. “Siamo semplicemente attenti alle preferenze dei nostri ospiti, afferma il Presidente di Federalberghi Garda Veneto Corrado Bertoncelli, la maggior parte dei quali non si limita, fortunatamente, a vivere il lago inteso come acqua e sole ma ama il nostro territorio proprio per la sua varietà e per le possibilità che offre di svolgere una sana attività all’aria aperta per la salute del corpo e dello spirito. Da tempo lavoriamo a questo progetto che è stato realizzato grazie alla preziosa collaborazione delle Associazioni Albergatori e delle Amministrazioni Comunali. Auspico che il circuito venga completato al più presto”.

 “Questo progetto - spiega Roberto Ginami, presidente dell’associazione albergatori di Garda e coordinatore del progetto - serve per incrementare l’offerta turistica del nostro territorio soprattutto in primavera e autunno, periodi durante i quali possiamo penetrare con efficacia questo importante settore turistico, avendo poca concorrenza dal mare e dalla montagna. Di grande importanza è anche essersi presentati come territorio omogeneo della Riviera degli Olivi e non come singoli Comuni, in quanto, come succede in tutti i caroselli degli altri sport, più l’offerta è vasta e diversificata, più è apprezzata e riesce a catturare turisti. Chiederemo alle circa 400 strutture alberghiere a noi associate, ai Comuni, alla Provincia di Verona e al Consorzio di Promozione turistica “Lago di Garda è” di dare risalto sui singoli siti internet al circuito “bike-trekking-Riviera degli Olivi”. Negli uffici turistici dei singoli Comuni si potranno trovare anche le guide cartacee dei percorsi che sono tutti tabellati, tracciati gps e scaricabili con smartphone tramite QR code”.

I percorsi e le escursioni proposte sono di vario genere e difficoltà adatti a esperti e allenati escursionisti o a famiglie con bambini. Tutti però permettono di scoprire gioielli naturali, borghi storici e panorami mozzafiato oltre ai sapori della tradizione enogastronomica della costa e dell’entroterra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, cicloturismo e ambiente: il Garda avrà portali web dedicati

VeronaSera è in caricamento