menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, chili di droga, armi, moto e auto: stroncata la "filiera" dello spaccio. Dieci finiscono arrestati

Le indagini erano iniziate nel marzo del 2013, quando le Fiamme Gialle di Verona approfondirono la posizione di due conviventi ritenuti essere coinvolti nello smercio di droga. Nei guai, tra Verona e Brescia, fornitori, corrieri e "spaccini"

Chili di droga, decine di bilancini di precisione e telefoni cellulari, una pistola. Altro duro colpo assestato alla filiera dello spaccio. Con l’arresto di sei persone e l’esecuzione di altrettante perquisizioni locali, tra Verona e Brescia, si è conclusa mercoledì mattina all’alba un’operazione antidroga coordinata dalla Procura sacligera ed eseguita da circa cinquanta militari del Nucleo di Polizia tributaria, affiancati dai “Baschi Verdi” e dalle unità cinofile di Verona.

Le indagini erano iniziate nel marzo del 2013, quando le Fiamme Gialle approfondirono la posizione di due conviventi ritenuti essere dediti all’attività di spaccio. L’intervento portò ad un primo sequestro di eroina e di alcune dosi di hashish e marijuana, nonchè di sostanze da taglio e di bilancini di precisione: tutti elementi che dimostravano l’uso "non personale" delle sostanze, e che confermavano le ipotesi investigative dei finanzieri. Era stata avviata, così, una minuziosa attività investigativa volta a “mappare” i contatti dei due arrestati con eventuali ulteriori soggetti coinvolti nel traffico illecito.

Al termine di una lunga indagine sono stati eseguiti molteplici interventi che nell’arco temporale intercorso dall’inizio delle indagini ad oggi, hanno portato complessivamente: all’arresto di dieci persone tra fornitori, corrieri e pusher, al sequestro circa due chilogrammi di sostanza stupefacente (tra cui 900 grammi di eroina), nonchè numerose dosi di cocaina, hashish e marijuana, una pistola con matricola abrasa completa del relativo munizionamento, 13 telefoni cellulari, un’automobile, due motociclette e 11 bilancini di precisione e altra strumentazione utilizzata per il confezionamento delle dosi da destinare alla sistematica attività di spaccio.

In particolare, il sequestro della pistola da parte delle Fiamme Gialle ha reso evidente la pericolosità dei soggetti arrestati. A conclusione dell'operazione sono stati così emessi dal giudice per le indagini preliminari, i provvedimenti di cattura eseguiti all’alba di mercoledì dai militari. Misure che hanno interessato non solo i fornitori delle sostanze stupefacenti smerciate sulla piazza scaligera, ma anche i corrieri, impedendo all’intera filiera l’approvvigionamento e la distribuzione della droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento