Verona, chiede migliaia di euro alla madre: lei rifiuta e così il 23enne minaccia di tagliarle la gola

Il ragazzo, dopo alcune ore, è tornato a piede libero. A suo favore è intervenuta una norma del Codice penale che prevede l’impunibilità dei reati contro il patrimonio qualora vengano commessi nei confronti di parenti

Per ottenere 2mila euro era pronto a tutto. Anche a tagliare la gola alla madre. Questa, almeno, la minaccia che il ragazzo polacco di 23 anni aveva esploso contro colei che non voleva “sganciare” la somma di denaro. Era stata proprio la vittima, residente a San Martino Buon Albergo, ad avvisare i carabinieri della stazione locale che poi sono riusciti a fermare l’impeto del figlio violento. L’allarme della madre era sfociato nell’accusa di tentata estorsione.

Tutto è avvenuto sabato scorso quando il ragazzo era appositamente partito dalla Polonia per andare “a trovare” la madre in terra scaligera. Le aveva chiesto 2mila euro e alla consegna di “soli” 100 euro per comprare il biglietto di ritorno per la Polonia si era infuriato e aveva aggredito la donna. Era poi tornato a chiedere soldi il giorno successivo. Non trovando la madre se l’era presa con la sorella: le aveva detto di riferirle di consegnare subito i duemila euro o le avrebbe tagliato la gola con una lametta da barba (che avrebbe anche esibito alla malcapitata). Era stato a quel punto che la donna si era rivolta ai carabinieri. In pochi minuti erano scattate le manette ai polsi del 23enne per estorsione (l’aggressione non è stata ancora denunciata).

Il ragazzo, dopo alcune ore, è tornato a piede libero. Come spiega L’Arena, a suo favore è intervenuta una norma del Codice penale (l’articolo 649) che prevede l’impunibilità dei reati contro il patrimonio (furti, truffe) qualora vengano commessi nei confronti di parenti, anche stretti. Nel caso di estorsione non sarebbe contemplato ma trattandosi di “tentata estorsione” la norma gli è stata favorevole. Con molta probabilità farà ritorno in Polonia nelle prossime ore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Veneto verso l'arancione? Come funziona il calcolo che divide le Regioni in aree di rischio

Torna su
VeronaSera è in caricamento