Cronaca Borgo Roma / Piazzale Ludovico Antonio Scuro

Caso di Tubercolosi all'ospedale di Borgo Roma. Situazione sotto controllo e donna ricoverata

La neomamma stava assistendo la figlia nata prematura, quando i medici hanno notato una sintomatologia respiratoria sospetta. I successivi esami hanno fornito la spiegazione e la donna è stata portata nel reparto di Malattie Infettive

Faceva assistenza alla figlia nata prematura e ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale all’Ospedale di Borgo Roma dove i medici hanno ravvisato una sintomatologia respiratoria sospetta.
In effetti alla neomamma è stata diagnosticata una tubercolosi polmonare bacillifera e immediatamente ricoverata nel reparto di Malattie Infettive.
E’ scattato a questo punto il piano di sicurezza – previsto dalle linee guida del Ministero – per monitorare prima i piccoli ricoverati e quindi i familiari che possono avere avuto contatti con la paziente affetta da Tbc. In queste ore il personale medico dell’Ospedale sta contattando i nuclei familiari interessati per una visita infettivologica, raccolta di anamnesi ed esecuzione di esame obiettivo. In tutto sono state controllate circa 80 persone. 

"In queste ore - ha spiegato Francesco Cobello, il direttore generale dell’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, al quotidiano L'Arena - il personale medico sta contattando i nuclei familiari interessati per una visita infettiviologica, raccolta di anamnesi ed esecuzione di esame obiettivo. Non c’è assolutamente nessun allarme - ha aggiunto -, intanto è scattata la profilassi per circa una ventina di neonati, mentre tra i genitori saranno chiamati solo quelli che dovranno essere sottoposti a controllo. Nessuno deve rivolgersi spontaneamente alle nostre strutture". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso di Tubercolosi all'ospedale di Borgo Roma. Situazione sotto controllo e donna ricoverata

VeronaSera è in caricamento