menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, cartelli a Veronetta contro i controlli in borghese di vigili e polizia

Il caso dopo l'intensificarsi delle pattuglie e delle retate nel quartiere universitario. Rappresaglia a colpi di adesivi con la dicitura "Area soggetta a controlli di sicurezza in borghese" su cartelli e parchimetri

Una rappresaglia non violenta contro le pattuglie di polizia e vigili a Veronetta. L'ironia degli adesivi comparsi nel quartiere universitario non è però piaciuta agli agenti. Attaccati ai parchimetri, ai pali, alle bacheche sono comparsi i finti cartelli con la dicitura "Area soggetta a controlli di sicurezza in borghese". Si fa riferimento all'ultimo periodo, quando le retate e le pattuglie a Veronetta di sono intensificate. Nei locali così come sulle strade: perquisizioni, domande, accertamenti. Controlli, insomma.

LA POLIZIA SETACCIA IL QUARTIERE UNIVERSITARIO PER DROGA E CLANDESTINI

Ma l'idea degli adesivi non dev'essere piaciuta molto alle Forze dell'ordine, che ne hanno denunciato la comparsa nel quartiere per aver riportato i loghi del "Comune di Verona" e quello della "polizia di Stato". Sul caso, come spiega l'Arena, vuole vederci più chiaro la Digos e intanto le operazioni nel quartiere non si fermano. L'ultima risale all'ultimo weekend, quando sono state fermate una sessantina di persone nel corso delle serate e controllati alcuni locali.

CONTROLLI DEGLI AGENTI IN VIA XX SETTEMBRE, "RIPULITA" LA ZONA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento