Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via San Michele alla Porta

Verona, campo scuot in balia del nubifragio notturno: la Protezione civile salva 50 giovani veronesi

Temporale sul Grappa. Per scongiurare ogni pericolo è bastata l’esperienza dei capi-reparto che avevano avvisato le Forze dell’ordine della presenza dei ragazzini di età compresa tra i 10 e i 16 anni. Organizzata la squadra di salvataggio

Li hanno salvati nel cuore della notte dal campo che avevano allestito in zona Motte, accanto alla baita alpina di Paderno del Grappa (Treviso). Tende allagate, raffiche violente di vento. È dovuta entrare in azione la Protezione Civile di Crespano per togliere d’impaccio 50 scout veronesi, partiti da San Michele Extra con il loro reparto “Verona 9”. Il maltempo ha colpito ancora, nelle scorse notti. Come martedì sera. Alle 21 la pioggia è caduta sempre più forte e per qualche attimo si è temuto di dover rimanere intrappolati sui monti. Per scongiurare ogni pericolo è bastata l’esperienza dei capi scout che avevano avvisato le Forze dell’ordine della presenza dei ragazzini di età compresa tra i 10 e i 16 anni.

Il temporale ha poi fatto drizzare le antenne al responsabile della Protezione civile del luogo che ha organizzato una squadra e ha fatto trasferire il campo scout in un posto più sicuro. A causa delle piogge degli scorsi giorni, infatti, il terreno era stato messo a dura prova e un altro acquazzone, unito a forte vento, avrebbero messo a repentaglio qualsiasi struttura, anche se “tappata” bene. Altro pericolo era costituito dagli alberi che circondavano la radura. Alcuni alti anche una decina di metri e che in caso di disastro sarebbero potuti crollare.

È stato così che la Protezione civile ha avvisato il sindaco di Paderno che poi ha messo a disposizione la palestra comunale, non molto distante dal campo. I mezzi di soccorso hanno trasferito, in diversi viaggi, tutti i ragazzi portandoli al sicuro. Tutto questo mentre erano in corso decine di altri interventi per smottamenti e allagamenti dovuti al maltempo, in tutta la provincia di Treviso. Passata la notte, i giovani scout sono tornati a riprendere tutto il materiale e a sgomberare il campo. Come spiega L’Arena, il gruppo scout non aveva avuto a che fare solo con il temporale di martedì. Appena arrivati nella radura sul Grappa, domenica scorsa, si erano beccati una grandinata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, campo scuot in balia del nubifragio notturno: la Protezione civile salva 50 giovani veronesi

VeronaSera è in caricamento