Verona, sul campo mentre scarica concime tocca i cavi elettrici: muore folgorato 32enne veronese

Il giovane, Luca Andreoli di Villafranca, era operaio contoterzista e stava scaricando il contenuto da un cassone ribaltabile su un fondo a Goito (Mantova) quando ha inavvertitamente toccato i fili, ricevendo una scossa da 15mila volt

foto web

Una tragedia, l'ennesima purtroppo, capitata sul lavoro. Un giovane agricoltore veronese è morto mercoledì mattina, fulminato da un'elevatissima scarica elettrica mentre stava lavorando in alcuni terreni con il trattore. E' accaduto nelle campagne di Goito, in località Torre, nel Mantovano.

Secondo le prime ricostruzioni dei carabinieri, intervenuti sul posto assieme ai vigili del fuoco, l'uomo, il 32enne Luca Andreoli residente a Villafranca, ha urtato i cavi dell'alta tensione con il mezzo, ricevendo una scarica di 15mila volt che lo ha ucciso sul colpo. Il giovane era operaio contoterzista e stava scaricando concime da un cassone ribaltabile, nei pressi dell'azienda "Tombetta" su strada Lorenzina Costa, quando ha inavvertitamente toccato i fili elettrici. Per lui non c'è stato nulla da fare. All'arrivo dei soccorsi era già deceduto. L'allarme è stato diramato da un collega verso le 9e30 di mercoledì mattina. Il luogo dell'incidente sul lavoro a Torre di Goito dista circa 23 chilometri da Villafranca, dove abitava il ragazzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Artigiano muore folgorato in strada mentre lavora: inutili i soccorsi del 118

  • Arriva il maltempo in Veneto, pioggia e neve: "Stato di attenzione" della protezione civile

  • Finta concessionaria nel Veronese per truffare i clienti, denunciato 21enne

  • Trovano un vero arsenale nella sua casa: 42enne finisce in manette

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 17 al 19 gennaio 2020

  • Operaio morto sul lavoro a Legnago, assolto rappresentante dell'azienda

Torna su
VeronaSera è in caricamento