Cronaca Oppeano / Via Roma

Verona, caldo opprimente, l'acquedotto fa fatica: erogazione di acqua a rischio in provincia

Dalle 7 di martedì mattina in diversi comuni della Bassa vengono segnalati numerosi casi di carenze idriche e difficoltà di approvvigionamento. Acque Veronesi: forti cali di pressione e possibili criticità

Su Verona e provincia da un paio di giorni, il caldo torrido, le alte temperature e la siccità non danno tregua e non accennano a diminuire. Per tale motivo, si sta verificando in queste ore un considerevole aumento dell’utilizzo dell’acqua soprattutto nel basso Veronese. Dalle 7 di martedì mattina, a Campagnola di Zevio, Salizzole, Ronco all’Adige, Albaredo e Oppeano, vengono segnalati numerosi casi di carenze idriche e difficoltà di approvvigionamento.

CONSIGLI - Acque Veronesi, che si occupa del servizio idrico nella maggior parte dei comuni della provincia, raccomanda di evitare sprechi e usi impropri, ricordano alcuni semplici ed efficaci accorgimenti per risparmiarla e razionarla, soprattutto in questo periodo: l’utilizzo di appositi frangigetto da montare nei rubinetti (possono consentire un risparmio anche del 50%), fare la doccia invece del bagno, non utilizzare acqua corrente per innaffiare orti e giardini o per pulire l’auto, utilizzare gli elettrodomestici solamente a pieno carico. I tecnici di Acque Veronesi sono al lavoro presso la centrale idrica di Bovolone (l’acquedotto che alimenta le zone interessate dalle criticità), cercando di ottimizzare il collegamento tra le reti idriche dei comuni limitrofi per aumentare la portata del servizio. La società ha già provveduto ad informare gli uffici competenti delle amministrazioni coinvolte.

LA REGIONE DIRAMA IL BOLLETTINO "ROSSO": VIA AL PIANO CALDO 2014

ALLARME CALDO, ANZIANI A RISCHIO: IL COMUNE PREPARA I SERVIZI SOCIALI

LA MAPPA DELLE 44 SPIAGGE VERONESI DEL GARDA

I CONSIGLI - Questi i consigli degli esperti nelle ore più a rischio:

1. Evitare di uscire e svolgere attività fisica nelle ore più calde della giornata (dalle ore 11 alle ore 18);
2. Non rimanere chiusi all'interno di auto parcheggiate;
3. Trascorrere qualche ora del giorno in zone alberate o in ambienti dotati di aria condizionata; mantenere chiuse le finestre e le imposte, arieggiare durante la notte;
4. Indossare abiti leggeri in fibre naturali (cotone o lino) e uscire, possibilmente, con un copricapo. Evitare abbigliamento in fibre sintetiche; 5. Evitare di passare da ambienti molto caldi a luoghi troppo freddi e viceversa;
6. Fare pasti leggeri e fare molta attenzione alla corretta preparazione e conservazione dei cibi. Le temperature elevate favoriscono la contaminazione degli alimenti;
7. Bere con regolarità durante la giornata, evitando bibite gassate, zuccherate, troppo fredde o alcoliche, perché aumentano la sudorazione; 8. Non assumere integratori salini senza consultare il proprio medico di fiducia;
9. In caso di mal di testa, dovuto a esposizione al sole, bagnarsi subito con acqua fresca per abbassare la temperatura.    

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, caldo opprimente, l'acquedotto fa fatica: erogazione di acqua a rischio in provincia

VeronaSera è in caricamento