Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Cala la differenziata in città, secondo Amia la colpa è della crisi economica

Per la prima volta il dato sulla raccolta di rifiuti differenziati scende sotto il 50%, secondo l'azienda scaligera il motivo è da ricercarsi nella riduzione dei consumi a causa della difficile congiuntura economica

Verona mantiene il primato nella raccolta differenziata ma dopo anni torna sotto la soglia del 50%. "E' un calo dovuto alla crisi" ha spiegato il presidente Andrea Miglioranzi. "Meno potere d'acquisto significa meno consumi e dunque meno rifiuti" ha chiarito Miglioranzi. "Fotografia evidente del periodo è il calo di circa il 15% dei conferimenti della carta-cartone, il materiale degli imballaggi, e di oltre il 30% degli ingombranti" ha aggiunto invece il condirettore Cozzolotto.

PORTA A PORTA - Meno prevedibile il dato del 70% per il porta a porta: "Non è un problema di disservizi ma di un 30% di cittadini poco attenti o poco sensibilizzati" ha spiegato Miglioranzi "e per questo rilanceremo una campagna informativa sul territorio". Nei prossimi giorni, insieme al piano finanziario, Amia presenterà all'amministrazione comunale anche l'allargamento del porta a porta a Borgo Roma e Porto San Pancrazio. "Ma" ha concluso Miglioranzi "a decidere non saremo noi ma Palazzo Barbieri".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala la differenziata in città, secondo Amia la colpa è della crisi economica

VeronaSera è in caricamento