Cronaca Santa Lucia e Golosine / via Roveggia

Brutali pestaggi a Verona, si costituisce uno dei due latitanti Sinti

In carcere da lunedì mattina anche il 39enne Paolo Hudorovic. La banda di Forte Azzano era composta da sei persone, secondo la polizia: all'appello ora manca solo l'unico minorenne

Si è costituito al carcere di Montorio uno dei due Sinti latitanti dagli arresti della polizia della settimana scorsa. Si tratta di Paolo Hudorovic, 39 anni. E' ritenuto colpevole, assieme ad altri ventenni, dei brutali pestaggi ai danni di alcuni cittadini a Verona. Aggressioni, che restano ancora senza spiegazione, a colpi di mazze da golf e chiavi inglesi. Calci, pugni. All'appello manca ora solo il minorenne, l'ultimo di quella banda di "nomadi feroci" di Forte Azzano su cui sta indagando la Procura. Il 39enne ha deciso di presentarsi da solo all'ufficio Matricola dell'istituto penitenziario alle 11, lunedì mattina. Ad incastrarlo, assieme ai colleghi di rissa, è stata la testimonianza delle vittime del assalto tra via Roveggia e via Torricelli, avvenuto il 19 febbraio. Quella mattina anche lui era presente assieme a Derek Viviani, ritenuto il capobanda, e al minore. In tre si erano accaniti su alcuni clienti di un bar, "colpevoli" di averli guardati "troppo" insistentemente. La spedizione punitiva, che ha fruttato ai tre presunti responsabili l'accusa di tentato omicidio, aveva previsto anche una mazza da golf, che a causa dei violentissimi colpi con i quali avevano infierito sulle vittime si era spezzata a metà.

TOSI: "QUEI NOMADI SARANNO ESPULSI"

L'ex latitante è accusato anche del brutale pestaggio del 10 marzo, come spiega l'Arena. Al semaforo in zona industriale, a Verona, lui e Derek avrebbero picchiato prima un 60enne e poi avrebbero "punito" anche il senegalese che era intervenuto per calmare gli animi. Mercoledì Paolo Hudorovic comparirà davanti al giudice per le indagini preliminari assistito dal suo avvocato.

FORZA NUOVA: MARTEDI' 23 LUGLIO PRESIDIO DAVANTI AL CAMPO NOMADI

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brutali pestaggi a Verona, si costituisce uno dei due latitanti Sinti

VeronaSera è in caricamento