menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, precipita dalla finestra e fa un volo di 7 metri: grave bimba

Vittima è una piccola di 16 mesi di origine marocchina che ha scalvalcato il davanzale arrampicandosi sul divano mentre la mamma di 24 anni faceva le pulizie in casa. E' caduta di testa sul marciapiede condominiale

La mamma stava pulendo casa, per un solo minuto ha distolto gli occhi da lei, lasciandole "via libera". Si è così arrampicata sul davanzale della finestra ma oltre a quello c'era solo il vuoto. Un dramma sfiorato, lunedì mattina, in via Manzoni a Porto di Legnago. La piccola e irrequieta vittima ha un anno e quattro mesi e si trova ora ricoverata nel reparto Terapia intensiva dell'ospedale di Borgo Trento. Fin da subito si è temuto il peggio: la bimba, figlia di migranti marocchini, è precipitata per sette metri, finendo nel cortile interno del condominio che conta quattro appartamenti. Si è praticamente salvata per miracolo. Le sue condizioni, tuttavia, rimangono gravi e solo fra due giorni si potrà sciogliere la prognosi.

In casa, a quell'ora, verso le 11, c'era solo la mamma, 24 anni, che ha dovuto avvisare via telefono il papà, da qualche giorno tornato in Marocco. Era impegnata nelle faccende domestiche in camera da letto e aveva lasciato sola per un istante la piccola, in salotto, con il fratello, di poco più grande. La madre pensava che i cartoni animati riuscissero a catturare tutta l'attenzione della bimba, come tutti gli altri giorni. Si sbagliava: la bambina è riuscita ad arrampicarsi sul divano sotto alla finestra aperta e i pochi passi che ha fatto dopo le sono stati sufficienti a raggiungere il davanzale e precipitare nel vuoto. Un volo di sette metri, finendo a sbattere violentemente il volto con il cemento del marciapiede condominiale. La 24enne, tornata in salotto, ha realizzato praticamente subito cos'era successo e affacciandosi alla finestra mentre i brividi le invadevano il corpo, ha visto la figlioletta a faccia in giù, mentre piangeva alla disperazione. Un segnale, pur nella sfortuna, comunque positivo. La donna è così corsa già dalle scale per soccorrere la piccolina e attendere il 118. Sul posto sono giunti, come spiega l'Arena, anche i carabinieri di Legnago, per le indagini di rito sull'incidente. La vittima è stata poi portata al Pronto soccorso dell'ospedale di Legnago. Una volta stabilizzata e scansionato il suo corpicino con la Tac, è stata trasferita in Terapia intensiva a Borgo Trento dove sta venendo curata per diversi gravi traumi e una frattura cranica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento