Cronaca San Martino Buon Albergo / Via Roma

Verona, bestemmie e disegni sulle strutture del parco giochi: vandali 18enni incastrati in video

Sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza i responsabili di alcuni atti vandalici avvenuti al Campagnol, a San Martino Buon Albergo. Si tratta di alcuni giovani già conosciuti alle Forze dell'ordine

Sono stati individuati grazie al sistema di videosorveglianza i responsabili di alcuni atti vandalici avvenuti nel parco del Campagnol, nel quartiere di Borgo della Vittoria, a San Martino Buon Albergo. Si tratta di alcuni giovani già conosciuti alle Forze dell’ordine, tra i 18 e i 20 anni, che nei giorni scorsi hanno imbrattato con disegni e bestemmie delle panchine e delle strutture dell’area giochi. “La segnalazione è arrivata da Archimede Servizi che gestisce il parco – spiega il comandante della polizia locale, Castrese Coppola -. A San Martino le telecamere funzionano, così, sulla base delle indicazioni che ci sono state fornite, siamo risaliti alle immagini dei giovani intenti a rovinare la panchina che si trova adiacente alla casetta dell’acqua, che è un punto di grande passaggio delle famiglie”.

Nel video estrapolato dai vigili urbani si vedono tre giovani, di cui uno impegnato a imbrattare la panchina incurante del passaggio di alcune persone nelle vicinanze. “I giovani hanno desistito quando è arrivato un anziano che li ha rimproverati per quello che stavano facendo – continua Coppola –. I responsabili verranno denunciati per danneggiamento di patrimonio pubblico”.

Sono oltre una quarantina le telecamere attive a San Martino Buon Albergo e ottenute grazie a dei finanziamenti regionali reperiti alcuni anni fa dall’Unionvalli, l’alleanza amministrativa dei Comuni di San Martino Buon Albergo e Lavagno, la cui progettazione è stata seguita dall’assessore alla Sicurezza, Mauro Gaspari. Un’collaborazione conclusa alcuni mesi fa per volontà dell’amministrazione comunale di Lavagno. “Attraverso la videosorveglianza siamo riusciti ad individuare diversi trasgressori per quanto riguarda gli atti vandalici e abbiamo potuto chiarire alcune dinamiche relative a dei sinistri stradali avvenuti lungo la strada regionale 11, nel territorio sanmartinese”, continua Coppola. “Le forze dell’ordine ci chiedono sempre di più, inoltre, di controllare le telecamere e di mettere a disposizione le immagini per le loro indagini, a riprova della validità del sistema”.

Secondo il sindaco Valerio Avesani “è aumentata nei cittadini la percezione di essere in maggiore sicurezza. Questo sentore sfocia in gesti quotidiani, come quello dell’anziano che ha rimproverato i giovani e con cui mi complimento. Il suo gesto deve essere da esempio e diventare una prassi tra i cittadini”.

Avesani sottolinea: “Il ruolo della videosorveglianza deve essere soprattutto di prevenzione perché siamo convinti che il lavoro svolto sul territorio delle forze dell’ordine sia fondamentale ed insostituibile. Come si sperava, le telecamere si stanno rivelando un aiuto importante per rendere il nostro paese ancora più sicuro e vivibile, basti pensare che negli ultimi tre anni abbiamo registrato una notevole diminuzione degli atti di vandalismo nelle aree verdi con un conseguente risparmio per le casse del Comune. Coloro che invece perseverano sanno che non possono farla franca grazie ai costanti controlli sul territorio e alle telecamere. Continueremo ad essere vigili perché le aree verdi vengono frequentate dalle famiglie e non possono quindi essere tollerate frasi ingiuriose in luoghi in cui sono presenti bambini”.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, bestemmie e disegni sulle strutture del parco giochi: vandali 18enni incastrati in video

VeronaSera è in caricamento