Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca San Bonifacio / Via Villanova

Verona, banda di ladri in tre ditte della zona industriale: arriva una telefonata al 112. Arrestato 18enne

Nei guai dopo le razzie a San Martino Buon Albergo solo uno dei membri, un ragazzo rumeno che tra l'altro era stato beccato a Padova con la refurtiva di un colpo effettuato alcuni giorni fa alla "Carrera" di San Bonifacio

L'ennesima banda di ladri è stata fermata all'alba, grazie all'intervento tempestivo dei carabinieri che hanno potuto contare sulla pronta segnalazione di una residente. Accade a San Martino Buon Albergo: i militari sono stati allertati attorno alle 3 del mattino di giovedì dalla telefonata. Una banda composta da tre furfanti stava infatti compiendo razzie in varie ditte della zona industriale ma l'accensione degli allarmi collegati alla sala operativa del 112 e la chiamata ha permesso di assicurare alla giustizia almeno uno dei tre ladri.

Si tratta di un ragazzo rumeno di 18 anni che al termine dell'udienza di convalida ha patteggiato una condanna a 1 anno di reclusione. La pena risulta sospesa ed è tornato in libertà. Il giovane era già stato fermato a Padova con la refurtiva di un colpo perpetrato a San Bonifacio alcuni giorni fa. Al negozio "Carrera store" erano infatti spariti capi d'abbigliamento per svariate migliaia di euro. A fermarlo nella città del Santo, con alcuni connazionali, era stata la Squadra Mobile della polizia che aveva fatto scattare nei suoi confronti una denuncia a piede libero per ricettazione perchè aveva trovato l'auto piena e altro materiale in un capannone. Non sono risultate sufficienti le prove per ricollegarlo al furto e incastrarlo.

Il ragazzo, la notte tra mercoledì e giovedì, verso le 3e15, è stato invece acciuffato dai militari veronesi mentre con due complici stava cercando di scavalcare la cancellata di un'azienda. La presenza della banda era stata notata poco prima da una signora veronese che sentendo il trambusto e svegliata dalle sirene dell'allarme, aveva assistito dalla finestra ai movimenti sospetti del terzetto in strada. Per evitare di far scattare altri sensori infatti stavano strisciando lungo i muri e sull'asfalto. Giunta sul posto una pattuglia, solo il giovane è stato arrestato mentre i suoi due complici sono riusciti a fuggire nell'oscurità dei campi limitrofi. Le indagini per risalire alla loro identità, grazie ai filmati di videosorveglianza, potrebbero comunque far scattare le manette a breve anche su di loro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, banda di ladri in tre ditte della zona industriale: arriva una telefonata al 112. Arrestato 18enne

VeronaSera è in caricamento