Cronaca Nogarole Rocca / Strada Provinciale 3, 12

Verona, l'Autobrennero "sgancia" i soldi: 35 milioni per la Mediana e l'accesso al Quadrante Europa

Il primo lotto verrà realizzato fra Nogarole Rocca e Isola della Scala, che coincide con il primo tratto della Nogara Mare. Il costo complessivo stimato dell'opera è di circa 400 milioni di euro

Con la sottoscrizione della convenzione con Autostrada del Brennero, la Provincia di Verona usufruirà del contributo di 35 milioni di euro per la realizzazione del primo lotto per la realizzazione della strada provinciale 3 “Mediana” e il nuovo accesso al Quadrante Europa. Lo schema della convenzione è stato approvato con una delibera del Consiglio e così Autobrennero potrà finalmente trasferire il contributo in conto capitale.

LA MEDIANA - La “Mediana” è la nuova arteria provinciale di interesse regionale. Sarà lunga circa 40 chilometri e collega gli assi portanti della viabilità verso il capoluogo di provincia. L'arteria, di notevole interesse per la collettività, si rende necessaria per il completamento della maglia infrastrutturale veronese e darà opportunità di sviluppo a tutto il territorio della media pianura veronese.

Partendo da Ovest verso Est, collega la A22 (in corrispondenza di Nogarole Rocca) con la A4 (a San Bonifacio), attraversando i Comuni di Nogarole Rocca, San Bonifacio, Trevenzuolo, Erbè, Isola della Scala, Salizzole, Bovolone, Oppeano, Palù, Zevio, e Belfiore, e lambendo i territori di altri Comuni limitrofi al corridoio interessato. L’infrastruttura intercetta la Statale 12 a Isola della Scala, la Provinciale 2 a Bovolone, la Transpolesana a Oppeano e la Provinciale 19 a Zevio. Il costo complessivo stimato dell'opera è di circa 400 milioni di euro.

Tale infrastruttura sarà di supporto al nuovo sviluppo della media pianura veronese, come naturale evoluzione della concezione dei decenni precedenti di sviluppo accentrato al capoluogo. Le condizioni ormai di forte conurbazione e di conseguente difficoltà nella movimentazione di merci e persone nella stretta fascia circostante a Verona, oltre che la necessità di distribuire equamente sul territorio le opportunità di sviluppo, hanno indotto a pianificare il nuovo sviluppo con aree di trasformabilità urbanistica concentriche alla città, in un raggio di circa 20/30 chilometri, supportate da una forte infrastrutturazione per poter raggiungere alti livelli di competitività, nella convinzione che oggi le nuove aree portano valore aggiunto al territorio e agli abitanti solamente se realizzate con caratteristiche di eccellenza rispetto a molti fattori, tra cui anche l'accessibilità. La Mediana quindi potrà essere di supporto alla viabilità anche del capoluogo configurandosi come una sorta di “anello largo” della città di Verona, sgravando la cintura stretta costituita dal sistema delle tangenziali della città.

“Autobrennero - ha detto l'assessore alla Viabilità provinciale, Carla De Beni - ha, infatti, fornito 35 milioni che l'Amministrazione provinciale distribuirà con due diversi utilizzi: 20 milioni per la Mediana, mentre gli altri 15 serviranno per il miglioramento dell'accesso al Quadrante Europa. Entrambe sono opere che AutoBrennero finanzia per migliorare la viabilità connessa ai suoi caselli, ma di cui trarranno vantaggio tutti i cittadini veronesi. Per quanto riguarda, ad esempio, i lavori al Quadrante Europa saranno in due diverse direzioni: la creazione di un nuovo accesso dalla Tangenziale Nord, che integrerà quello già esistente in Tangenziale Sud per meglio regolare i flussi di traffico, e la realizzazione di due nuove rotonde all'entrata del Quadrante. La convenzione con AutoBrennero stabilisce che ci sono tre anni di tempo per spendere i 35 milioni”.

“Partito, all'inizio, come project financing, il progetto è poi proseguito con un iter diverso, ma sempre con il forte impegno della Provincia per la sua realizzazione - ha spiegato l'assessore alla Programmazione e Pianificazione territoriale, Samuele Campedelli -. Impegno, che oggi vede il suo primo, grande tassello concreto, con l'erogazione dei fondi da parte dell'autostrada. Il primo lotto della Mediana verrà realizzato fra Nogarole Rocca e Isola della Scala, che coincide con il primo tratto della Nogara Mare, l'arteria che verrà realizzata in project financing e che sarà quindi direttamente collegata con la A22. La Regione utilizzerà quindi i 20 milioni di AutoBrennero per costruire il secondo tratto di Mediana da Isola alla SS 434 a Oppeano. A quel punto, ci auguriamo che la ripresa economica sia arrivata e si trovino le risorse necessarie a completare il terzo tratto fino a San Bonifacio al casello della A4”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, l'Autobrennero "sgancia" i soldi: 35 milioni per la Mediana e l'accesso al Quadrante Europa
VeronaSera è in caricamento