Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Gazzo Veronese / Via Roma

Verona, assalto all'ufficio postale di notte con mazze e smerigliatrici per la cassaforte

Banda di ladri in azione a Roncanova, a pochi metri dal municipio. Prima hanno scassinato un magazzino comunale per rubare gli attrezzi che poi hanno usato per penetrare nella filiale di via Roma

Gli allarmi, a volte, funzionano. E scoraggiano i malintenzionati. E' il caso che riguarda l'ufficio postale di Roncanova, frazione di Gazzo, in via Roma, poco distante dal municipio. La banda di ladri era entrata in azione mercoledì notte ma è dovuta fuggire senza bottino perché le sirene dell'impianto antifurto e l'arrivo della pattuglia di carabinieri ha tolto loro ogni possibilità di guadagnare qualcosa. Secondo la ricostruzione dei militari di Legnago, i furfanti sarebbero penetrati nell'ufficio verso le 2e30, con gli arnesi rubati, poco prima, in un magazzino comunale. Probabile che avessero quindi architettato l'intera nottata.

I ladri sono entrati dopo aver scassinato la porta principale e aver abbattuto a colpi di mazza la vetrata d'ingresso. Si sono diretti poi nell'ufficio del direttore dove è custodita una vecchia cassaforte in acciaio e cemento armato. Secondo il quotidiano L'Arena, avrebbero fatto solamente in tempo a rovesciare a terra la pesante cassa per cercare di abbatterla. Con la smerigliatrice rubata agli operai del Comune avrebbero poi cercato di tagliarne un lato.  Poi l'allarme, e sul posto, nel giro di qualche minuto, sono arrivate le pattuglie dei carabinieri di Legnago e un vigilante privato della Civis. Dei ladri, manco a dirlo, nessuna traccia. Per terra sono rimasti invece gli arnesi usati per il tentato scasso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, assalto all'ufficio postale di notte con mazze e smerigliatrici per la cassaforte

VeronaSera è in caricamento