menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jean seduto davanti al sindaco Tosi prima della firma di consegna della cittadinanza

Jean seduto davanti al sindaco Tosi prima della firma di consegna della cittadinanza

Verona, arrivato dal Ruanda senza genitori, ora Jean diventa cittadino veronese a 20 anni

"Si conclude con un lieto fine - ha dichiarato il sindaco Tosi - la storia di una vita difficile e di una lunga battaglia burocratica per il conferimento di una cittadinanza fortemente voluta da Kwizera. Un importante esempio di una concreta integrazione"

Arrivato dall'Africa, ora è cittadino italiano (e veronese). Si è svolta a Palazzo Barbieri, alla presenza del sindaco Flavio Tosi, la cerimonia di giuramento alla Costituzione e della consegna dell’attestato di cittadinanza italiana al giovane ruandese Jean Kwizera. Presenti alla firma i genitori veronesi affidatari del ragazzo. “Si conclude con un lieto fine – ha dichiarato Tosi – la storia di una vita difficile e di una lunga battaglia burocratica per il conferimento di una cittadinanza fortemente voluta da Kwizera. Un importante esempio di una concreta integrazione fra i popoli e, in particolar modo, del desiderio di tanti giovani, perfettamente inseriti, di diventare cittadini a tutti gli effetti di questo Paese”.

Kwizera, come dichiarato dai genitori affidatari all’atto del riconoscimento d’identità dal tribunale, è nato il 14 gennaio del 1994 in Ruanda. Il giovane, orfano dalla nascita e giunto in Italia a pochi mesi di vita con la Croce Rossa Italiana, è stato affidato inizialmente ad una coppia di medici e, dal 2002 all’età di otto anni, all’attuale famiglia veronese.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento