menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato per spaccio e scarcerato, elude l'obbligo di firma e viene spedito in galera

Pochi giorni prima era stato arrestato a Veronetta nell'ambito di un controllo sulla regolare emissione di scontrini, dove era stato sorpreso mentre vendeva eroina, mentre da un controllo successivo gli sono state trovate addosso altre 5 dosi

Solo pochi giorni fa era stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Verona perché, nel corso di un servizio finalizzato al controllo sulla regolare emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali svolto nel quartiere “Veronetta”, era stato sorpreso mentre vendeva una dose di eroina ad un soggetto di origine marocchina ed aveva addosso, occultato nel calzino destro, 5 dosi termosaldate della stessa sostanza stupefacente.

Al processo per direttissima, presso il Tribunale di Verona, lo spacciatore, residente nel quartiere “Veronetta” e con precedenti specifici, era stato scarcerato con “obbligo di firma” presso la Questura.

Dopo la prima firma, lo spacciatore non ha più rispettato l’obbligo che gli era stato imposto e così il Giudice per le Indagini Preliminari, Dott.ssa Monica Sarti ha immediatamente emesso nei suoi confronti il provvedimento di custodia cautelare in carcere. Ai Finanzieri del Comando Provinciale di Verona è bastato tornare in zona “Porta Vescovo”, luogo dove è avvenuto il primo arresto, per “acciuffare” lo spacciatore e “riportarlo” presso il carcere di Montorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cultura

Gelaterie d’Italia: Gambero Rosso premia la veronese "Terra&Cuore" con Due Coni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    CBD: benefici e controindicazioni

  • Benessere

    Tremolio all’occhio, perché e come evitarlo

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento