Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Arena vuota con il biglietto a 10 euro, il rincaro dei prezzi allontana i visitatori

Calo di presenze nell'anfiteatro scaligero e nei monumenti civili della città. La causa: l'aumento del costo del biglietto e i malumori non mancano

Il low cost è ormai una tendenza che vince sempre, anche nella cultura. A confermarlo il drastico calo di presenze nei musei e monumenti civili registrato nella domenica di ieri rispetto alla scorsa, prima del mese, quando il biglietto d'ingresso costava solo un euro. Ecco un rapido confronto. Ieri in Arena sono entrate 1.065 persone contro le 4.273 di domenica scorsa, alla Casa di Giulietta 566 contro 1.670, a Castelvecchio 253 contro 1.424, alla Tomba di Giulietta 192 contro 414,  al Teatro Romano 153 contro 322. Un afflusso inferiore quello di ieri, dovuto molto probabilmente al costo del biglietto. Di certo il tempo non ha influito negativamente, visto che ieri è stata una domenica soleggiata come quella del 1 febbraio. Da sottolineare come entrambe siano state giornate "normali", senza particolari eventi, manifestazioni o festività come invece sarà domenica prossima con "Verona in Love".

Da ricordare che ieri è stata la prima domenica dove per visitare l'Arena si è pagato 10 euro invece che 6. Ovviamente fare un confronto con la prima del mese non sarebbe corretto visto che per visitare il monumento simbolo della nostra città bastava rinunciare ad un caffè. Un paragone è lecito tra ieri, domenica a 10 euro, e le altre a 6 euro. In realtà non si registra una grande differenza di presenze, ci sono state domeniche più o meno equivalenti, come se il costo del biglietto non abbia effettivamente condizionato l'idea di visitare il tempio italiano della musica. Cambiano invece i commenti dei visitatori davanti dell'anfiteatro. Se la settimana scorsa era tutta euforia e complimenti per l'ingresso ad un euro, ieri gli umori erano nettamente differenti, come riporta L'Arena: 10 euro sono per molti tanti, per altri addirittura troppi.

 "Venti euro è una spesa per noi. Per carità, se vai in un museo a vedere una mostra la cifra è questa, ma abbiamo l'impressione che il confronto non regga, qui si tratta solo di entrare a vedere l'Arena dall'interno, non è un museo", dice Paolo a L'Arena, arrivato da Vicenza con la fidanzata. "Non sapevamo che ci fosse stato un aumento di prezzo. A dire il vero a Verona siamo venuti già molte volte, in Arena insieme però non eravamo mai entrati. Oggi (ieri per chi legge, ndr.) è il nostro secondo anniversario, così abbiamo pensato di farci un regalo con una gita fuori porta. Prima di Verona in love: lo sappiamo della manifestazione, ma non ci piace la confusione". Una turista napoletana commenta: "Io ho scelto di non entrare, mio marito è voluto andare lo stesso, io no. In Arena sono già entrata in passato per una rappresentazione lirica. Francamente 10 euro mi sembrano proprio tanti" e prosegue commentando al quotidiano scaligero "A Roma al Colosseo se ne pagano 12, ma vai a vederti tutto il foro romano, ci stai a camminare un'ora. Se devo essere sincera, trovo che questa sia una città piuttosto cara".
Due turisti inglesi uscendo dall'anfiteatro dichiarano a L'Arena: "Saremmo entrati indipendentemente dal biglietto, uno non viene fino a Verona per non vedere l'Arena. Quanto al prezzo... mah non mi esprimo, perchè noi abbiamo un'altra idea per i luoghi di arte e storia», sorride lui. In inghilterra l'ingresso a tutti i musei è gratuito, dal British alla tate Gallery, una realtà molto distante dalla nostra.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arena vuota con il biglietto a 10 euro, il rincaro dei prezzi allontana i visitatori

VeronaSera è in caricamento