menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Verona, l'Arco dei Gavi ripulito e restituito alla città: ora è a prova di vandali

Illuminazione per valorizzare il monumento e un sistema di videosorveglianza costante. L’area, che sarà chiusa nelle ore notturne da una cancellata, durante il giorno sarà totalmente accessibile a cittadini e turisti

Si è svolta giovedì 5 dicembre l’inaugurazione della riqualificata piazzetta di Castelvecchio con intervento di conservazione e protezione dell’Arco dei Gavi. L’intervento ha avuto un costo complessivo di circa 858 mila euro, di cui 700 mila euro per la sistemazione della piazzetta, di cui 500 mila finanziati dalla Fondazione Cariverona, 150 mila euro per il restauro del monumento, realizzato con un contributo della Regione di 49 mila euro. I lavori che hanno interessato l’Arco dei Gavi sono iniziati nel giugno 2012 e terminati nel dicembre dello stesso anno; la sistemazione di piazzetta Castelvecchio ha preso avvio nel luglio scorso, dopo un’interruzione dovuta al ritrovamento, nella fase di scavo del fossato, dei resti di una domus e di un mosaico di epoca romana e di altri reperti archeologici di notevole pregio.

“Siamo di fronte ad un recupero meraviglioso – ha detto il sindaco Flavio Tosi – un intervento che restituisce un monumento di oltre duemila anni di storia ai veronesi e ai milioni di turisti che visitano la città. Un monumento – aggiunge Tosi – che per troppo tempo è stato imbrattato e deturpato da vandali incivili e irrispettosi del valore storico e culturale che l’Arco dei Gavi rappresenta e sulla cui tutela sarà posta da oggi la massima attenzione”.

L'INTERVENTO - L’intervento complessivo ha portato alla riqualificazione generale del sito con un‘attenzione particolare ai materiali utilizzati, ad un’illuminazione notturna che valorizzi il monumento e ad un sistema di videosorveglianza costante. L’area, che sarà chiusa nelle ore notturne da una cancellata, durante il giorno sarà totalmente accessibile a cittadini e turisti. Il progetto ha previsto inoltre: rimozione accurata del mosaico e dei brani di intonaco decorato di epoca romana rinvenuti durante gli scavi; rinterro delle aree occupate dagli scavi e sistemazione della Piazzetta attraverso la realizzazione di spazi verdi e pavimenti in pietra bianca e calcestre, riportando le quote di calpestio antecedenti ai lavori; parziale rimozione del parapetto lapideo lungo l’Adige e sostituzione dello stesso con lastra di vetro per la creazione di un suggestivo e scenografico luogo di sosta; realizzazione di una ringhiera metallica a perimetrazione della piazza; realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione per la valorizzazione del monumento e degli spazi antistanti e di un nuovo impianto di videosorveglianza a sensore di movimento, collegato con la centrale operativa del Comando di Polizia municipale e con la Questura per la salvaguardia del monumento.    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento