Cronaca Sona / Via Roma

Verona, anno nuovo tassa nuova: il Comune invia lettere ai cittadini: "Ecco come vi motiviamo la Tasi"

Il tributo sui servizi indivisibili crea confusione. In arrivo un chiarimento alle famiglie da parte del sindaco di Sona, Gianluigi Mazzi. Entro il 16 giugno il primo acconto, il saldo al 16 dicembre

Anno nuovo tassa nuova. Sembra essere questo il leit-motiv che ormai da tempo gi italiani conoscono bene. E per evitare i soliti disagi l'amministrazione di Sona si organizza nel dare spiegazioni e aiuto ai propri cittadini. L'acconto del 50% va pagato entro il 16 giugno e il saldo entro il 16 dicembre. Il 21 maggio il Consiglio comunale ha deliberato in merito alla Tasi. La legge di stabilità 2014 ha riformato la disciplina tributaria comunale istituendo la Iuc, Imposta unica comunale. Di fatto, al di là della facciata di imposta unica, si tratta del raggruppamento, sotto uno stesso ombrello, di tre tributi distinti e autonomi: l’Imu, Imposta municipale propria, di carattere patrimoniale; la Tari, Tributo per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti; e la Tasi, Tributo sui servizi indivisibili. La novità dell'anno quindi è proprio quest'ultima: quella legata all'illuminazione pubblica, la polizia locale, i servizi correlati alla viabilità e alla circolazione stradale, la Protezione civile, i servizi su parchi e alla tutela ambientale del verde più altri relativi al territorio e all’ambiente.

"Facciamo un po' di chiarezza - incalza l'assessore ai Tributi, Luigi Forante -. Gli immobili soggetti al tributo sono definiti dalla legge: fabbricati, compresa l’abitazione principale, aree scoperte, nonchè quelle edificabili, a qualsiasi uso adibiti. Esenti solo i terreni agricoli. Il Comune ha deliberato le aliquote per l’anno 2014 dopo precise valutazioni e comparazioni con i comuni limitrofi, Bussolengo, Sommacampagna, Valeggio. Sona ha optato per l’applicazione di un’aliquota pari all’1,9 per mille sulle abitazioni principali e sugli immobili esenti dall’Imu, introducendo alcune detrazioni per le fasce più deboli della popolazione".

In particolare, è prevista una detrazione di 100 euro per famiglie in difficoltà economica e per le famiglie con persone portatrici di handicap con invalidità del 100%. Per ciascun immobile, sono chiamati a pagare la Tasi sia il proprietario o chi detiene un diritto reale sull’immobile, sia l’utilizzatore (inquilino o in uso gratuito). "Nel Comune di Sona - continua Forante - il primo contribuisce con una quota del 70%, il secondo con la restante quota del 30%. L'acconto del 50% va pagato entro il 16 giugno e il saldo entro il 16 dicembre".

LETTERE IN ARRIVO - Spiega il sindaco Gianluigi Mazzi: "Abbiamo inoltre deciso di non sovrapporre Tasi e Imu, articolando così le aliquote per evitare che sullo stesso immobile si paghi una doppia imposta. In pratica, sull’abitazione principale non grava l’Imu, ma la Tasi. Sarà aperto uno specifico sportello per il calcolo, specialmente per i cittadini ultra-65enni. In più, si mette a disposizione sul sito del Comune un software di calcolo gratuito e molto semplice, con il quale ogni cittadino potrà verificare la somma da versare e stampare il modello F24 già compilato. A breve, inoltre sarà recapitata ad ogni famiglia una lettera di spiegazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, anno nuovo tassa nuova: il Comune invia lettere ai cittadini: "Ecco come vi motiviamo la Tasi"

VeronaSera è in caricamento