Cronaca Veronetta / Piazzetta Corte Maddalene

Verona, altri 116 posti per gli studenti universitari: riportata alla luce "Corte Maddalene" a Veronetta

Il Vicesindaco Casali: "Si affianca alle scelte compiute dall'amministrazione comunale per migliorare la qualità della vita di un quartiere importante come Veronetta, che potrà beneficiare fra qualche tempo del più grande parco urbano della città"

“Il recupero di Corte Maddalene è una riqualificazione importante per la comunità veronese, sotto molteplici aspetti. Innanzitutto perché viene restituito alla città un immobile storico di assoluto pregio, grazie ad un restauro accurato". Con queste parole il vicesindaco di Verona Stefano Casali ha accolto la riapertura del complesso universitario "Corte Maddalene", nel quartiere di Veronetta. La struttura è vicina alla sede dell’Esu, nella "cittadella della Cultura". Trovano spazio 116 posti letto complessivi, in camere da uno o due posti letto, più sette sale studio di diverse capienze da 185 posti totali, la sala riunioni al piano terra accessibile anche dall'esterno, la palestra attrezzata per gli ospiti con annessi spogliatoi al piano terra, un locale infermeria, l'ampia sala soggiorno (piano terra), un punto di accoglienza per gli ospiti e tre punti ristoro ai piani più una sala polifunzionale ricavata nei suggestivi spazi della ex cantina.

L’ex convento delle monache clarisse, situato nel cuore di Veronetta, è stato restituito alla città grazie al progetto voluto dall’Esu che ha visto il cospicuo contributo della Regione Veneto per oltre 6,5 milioni di euro. I 10 milioni e 420mila euro investiti nel complesso hanno compreso l’intervento edilizio, d’arredo, delle dotazioni previste e della futura installazione dei sistemi fotovoltaico e solare termico per l’autoproduzione dell’energia. Nella struttura dell’ex convento di piazzetta Corte Maddalene, grazie agli interventi di recupero e ai successivi progetti edilizi, sorge dunque un piccolo campus universitario per gli studenti dell’Ateneo veronese anche in prospettiva di integrazione con il complesso di Santa Marta, in fase di ristrutturazione da parte dell’università.

"350 EURO PER UNA SINGOLA": ESU CONTRO IL CAROVITA

Secondo Casali, aver rimesso a nuovo la Corte "rappresenta la volontà di destinare un investimento economico importante alla cultura e alla formazione dei giovani; un investimento che, oltretutto, sarà in grado di produrre un interessante interscambio fra l’università di Verona e molti altri centri culturali di rilievo internazionale. Infine perché si affianca alle scelte compiute dall’amministrazione comunale per migliorare la qualità della vita di un quartiere importante come Veronetta, che potrà beneficiare fra qualche tempo del più grande parco urbano della città”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, altri 116 posti per gli studenti universitari: riportata alla luce "Corte Maddalene" a Veronetta

VeronaSera è in caricamento