Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Sommacampagna

Verona, altre buone notizie volano sul Catullo: dalla primavera Ryanair tornerà a fare scalo "low cost"

L'ipotesi iniziale era di apertura dal prossimo autunno, ma la compagnia aerea ha valutato di anticipare l'inizio dell'attività alla prossima stagione estiva, che in termini di programmazione è imminente

Ryanair, la compagnia aerea preferita in Italia, ha confermato ufficialmente che tornerà a decollare dall'aeroporto Catullo di Verona dalla prossima estate. Lo farà con alcune novità: due rotte per Bruxelles (Zaventem) e Palermo che permetteranno di trasportare oltre 175mila passeggeri da e per Villafranca.

NOVITA' - I visitatori italiani già scelgono Ryanair per le sue tariffe basse e l’ampia scelta di rotte, e ora possono godere anche di posti assegnati, di un secondo bagaglio a mano gratuito di piccole dimensioni, di un nuovo sito web e di una nuovissima app con carte d’imbarco mobile, a cui si aggiungono i nostri nuovi servizi Family Extra e Business Plus, facendo di Ryanair la scelta ideale per le famiglie e per chi viaggia per lavoro o per piacere. Ryanair ha festeggiato il suo ritorno a Verona e le due nuove rotte (su Palermo farà un volo al giorno, su Bruxelles quattro alla settimana) mettendo a disposizione 100mila posti in vendita su tutto il suo network europea a prezzi a partire da 19 euro e 99 centesimi per viaggiare a gennaio, febbraio e marzo (disponibili per la prenotazione su www.ryanair.com entro la mezzanotte di domenica 21 dicembre).

“Ryanair è lieta di confermare il suo ritorno a Verona dal primo aprile 2015 - spiega John Alborante, marketing manager di Ryanair per l’Italia, - con due nuove rotte per Palermo e Bruxelles festeggiamo il nostro 25esimo aeroporto in Italia”. Piena soddisfazione per la riuscita dell'operazione con Ryanair è stata espressa anche dal presidente della società Catullo Spa, Paolo Arena: “Abbiamo lavorato per definire un nuovo progetto di sviluppo con Ryanair, che portasse risultati positivi per l’aeroporto e per il territorio, oltre che per la compagnia aerea. Questi sono i solidi presupposti per crescere insieme e quindi continueremo a dialogare per sviluppare tutto il sistema aeroportuale del Garda. L’ipotesi iniziale era di apertura di operazioni dal prossimo autunno, ma la compagnia aerea ha valutato di anticipare l’inizio dell’attività alla prossima stagione estiva, che in termini di programmazione è imminente. La stagione estiva è estremamente importante per Verona in termini di concretizzazione di performance positive di traffico e quindi siamo lieti di questa decisione. Lavoreremo con grande determinazione perché altri risultati si aggiungano nel medio termine”.

DOPO LE CRISI MERIDIANA E AIRONE - Ryanair dunque nuovamente partner della Catullo. Spiega Paolo Simioni, amministratore delegato Catullo: "Tali linee guida consentiranno di andare oltre il recupero del volume di traffico perso negli ultimi anni, recentemente aggravato dalla scomparsa di AirOne e della crisi di Meridiana, traguardando a quattro milioni di persone nel medio periodo. in tale ottica va inserito l’importante accordo con Ryanair, che testimonia la nostra ferma determinazione di sviluppare l’aeroporto di Verona, restituendo così’ allo scalo la sua funzione di riferimento per il territorio e la sua economia”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, altre buone notizie volano sul Catullo: dalla primavera Ryanair tornerà a fare scalo "low cost"

VeronaSera è in caricamento