Verona, allarme ladri dalla "Flover", le guardie si nascondono e scattano manette con l'effetto "sorpresa"

Malviventi nelle aree dei vivai vengono tenuti d'occhio da distante dai poliziotti giunti sul posto. Appena li notano uscire con sacchi di refurtiva c'è l'arresto. Nei guai due rumeni di 38 e 43 anni

L'entrata del centro Flover a Verona

Un'altra notte movimentata per i poliziotti di pattuglia a Verona che sono intervenuti per un caso di furto ai vivai "Flover" e per un’aggressione fuori da un bar. Tutti e tre i responsabili sono finiti in manette. Il primo intervento risale intorno alle 22e35 di domenica, quando dalle telecamere di vigilanza interne dei magazzini dei vivai e centro giardinaggio "Flover Garden" su strada Rodigina a Verona si era notata la presenza di due uomini incappucciati che, nascosti nel settore del materiale barbecue, armeggiavano con dei sacchi neri. Giunti immediatamente sul posto, i poliziotti hanno scavalcato la recinzione e perlustrata le via di fuga del capannone. Si sono poi acquattati dietro alcuni sacchi di concime per studiare meglio le mosse dei ladri. Ma è stata questione di poco.

Appena compresa la situazione, i poliziotti sono entrati in azione sfruttando l’effetto sorpresa. Dopo aver fatto irruzione nel locale tramite una porta antipanico, gli agenti sono piombati sui ladri senza lasciarli via di scampo. Mentre uno è stato bloccato immediatamente, l’altro ha tentato una breve quanto vana fuga, venendo catturato dopo pochi metri. Una volta immobilizzati i malviventi, gli agenti hanno controllato l’area, scoprendo un varco nella rete perimetrale nei pressi del quale era stata lasciata parte della refurtiva: cinque barbecue di varie dimensioni nonché una trentina di kit per la cottura barbecue all’interno di un sacco nero per un valore complessivo di circa 3mila. Condotti in questura, i due ladri sono stati tratti in arresto per il reato di furto aggravato in concorso. Si tratta di due cittadini rumeni rispettivamente di 43 e 38 anni. Giudicati per direttissima lunedì mattina, i due si sono visti applicare la pena di 4 mesi di reclusione. La pena è stata sospesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Virus, il vaccino veronese fa sperare: «È ben tollerato e induce risposta immunitaria»

  • Tragico scontro tra auto e camion nella Bassa: morto un trentenne

  • Giovane veronese muore in un incidente il giorno del compleanno al rientro dal lavoro

Torna su
VeronaSera è in caricamento