menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Squadra Nautica della polizia di Verona

La Squadra Nautica della polizia di Verona

Verona, allarme sul Garda: barca a vela alla deriva nel lago in tempesta. Due salvati in extremis

Proprio nel mezzo di un fortissimo temporale era scattata la richiesta di Sos di un diportista in pericolo tramite la Capitaneria di Porto. Il timone era stato distrutto: interviene la Squadra Nautica

Il maltempo di martedì non ha risparmiato neanche il lago, dove i poliziotti della Squadra Nautica di Peschiera hanno portato a termine un delicato intervento di salvataggio sul lago di Garda. Erano circa le 17, proprio nel mezzo di un fortissimo temporale, quando, tramite la Capitaneria di Porto di Salò, era arrivata la richiesta di soccorso da parte di un diportista in pericolo. Si trattava di una barca a vela, con due giovani veronesi a bordo, che, avendo rotto il timone ed avendo il motore fuori uso, si trovava in balia dei flutti e del vento, in quel momento fortissimo.

Viste le pessime condizioni meteo non si poteva perdere un momento. Subito sono partiti i soccorsi e la motovedetta della Squadra Nautica ha fatto rotta verso quel punto a due miglia dal Porto Bergamini dove la barca era alla deriva. Una volta raggiunta, gli agenti l’hanno abbordata, prendendone il controllo e mettendo in sicurezza le due persone a bordo, facendogli indossare i giubbotti di salvataggio. Accuratamente agganciata alla motovedetta, la barca a vela è poi stata rimorchiata per quasi 30 minuti verso il Porto Bergamini a moto lento, dove i diportisti hanno finalmente toccato terra.

SUICIDI E OMICIDI - Sono numerose le attività svolte dalla Squadra Nautica nell’area lacustre di competenza e comprendono un ampio spettro di interventi che vedono il personale impegnato con motovedette, gommoni e moto d’acqua nei più svariati servizi di controllo del Lago di Garda, in attività di prevenzione, soccorsi a persone e barche in difficoltà, attività di polizia giudiziaria, accertamenti di illeciti amministrativi e occupazione abusiva nei vari porti turistici.

Dall’inizio della stagione turistica il personale della Squadra Nautica è intervenuto in diversi episodi di rilievo, a partire da quello del 14 maggio quando gli agenti hanno sventato un tentativo di suicidio recuperando una persona che si era gettata nei canali che delimitano il centro di Peschiera del Garda, nei pressi di porta Brescia, salvandola da un evidente stato di ipotermia, a quello eclatante di metà luglio quando, in collaborazione con i colleghi della Squadra Mobile della questura di Vicenza, i sommozzatori di La Spezia e i volontari del Garda, si sono effettuate le indagini per l’omicidio dell’attrice hard Federica Giacomi, trovandone infine il corpo, dopo alcuni giorni di ricerche, contenuto in una cassa in pvc su un fondale di circa 100 metri e recuperato tramite l’utilizzo di apposite apparecchiature di scandaglio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento