Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Bosco Chiesanuova / Strada Provinciale 13

Verona, aggredito da un poiana mentre si allena nella corsa a piedi: era in modalità "caccia"

"Agguato” dall’alto tra Bosco e San Giorgio. Se l’è cavata con qualche graffio e un grosso spavento il veronese Fabio Mazo di 57 anni, dopo che il rapace, evidentemente “disturbato” dalla sua presenza, l'ha arpionato con gli artigli

Un “agguato” dall’alto, mentre stava facendo podismo su strada. Se l’è cavata con qualche graffio e un grosso spavento il veronese Fabio Mazo di 57 anni, dopo che una poiana, evidentemente “disturbata” dalla presenza dello sportivo nella “sua” zona. È stato così che domenica mattina alle 9, sulla Provinciale 13 che collega Bosco Chiesanuova a San Giorgio, l’uomo è stato affrontato dal rapace. L’agguato è accaduto nella frazione di Corbane: il 57enne ha dichiarato di aver sentito un colpo dietro la testa mentre era di corsa e successivamente un forte bruciore al collo. Quando si è girato ha notato la poiana che si allontanava.

Secondo la sua testimonianza rilasciata a L’Arena, l’uccello avrebbe cercato di arpionarlo con gli artigli per trascinarlo altrove, come in modalità di caccia. Mazo è dovuto ricorrere a disinfettanti: ha chiesto momentanea ospitalità ad una famiglia del luogo che gli ha messo a disposizione l’acqua ossigenata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, aggredito da un poiana mentre si allena nella corsa a piedi: era in modalità "caccia"

VeronaSera è in caricamento