Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Centro storico / Via Noris Enrico

Sequestrati soldi e appartamenti nell'ambito dell'indagine sui vertici Agec

Il principale indagato resta il direttore sandro Tartaglia al quale sono stati sequestrati contanti e conti correnti. Secondo gli inquirenti il corruttore porta il nome di Martin Klapfer: sue infatti le abitazioni sigillate

Sequestrati i soldi di S.T., contanti e conto corrente per un ammontare che pare aggirarsi sui 150mila euro, e una ventina di appartamenti di proprietà di Martin Klapfer sono stati sigillati. 

Si susseguono i provvedimenti relativi allo scandalo che coinvolto Agec e che sta causando anche un botta e risposta tra il suo ex presidente Michele Croce e il primo cottadino Flavio Tosi. 

Intanto oltre a S.T. sono finiti in carcere anche altri due funzionari, il direttore generale Stefano Campedelli e Francesca Tagliaferro, e anche l'imprenditore altoatesino Klapfer. Per loro l'interrogatorio di garanzia in carcere si svolgerà domani. Per Giovanni Bianchi, Giorgia Cona, Alessia Confente, Davide Dusi e Luisa Fasoli, gli altri cinque funzionari indagati e costretti ai domiciliari, l'interrogatorio si svolgerà invece martedì.

Il principale indagato del quale il gip valuta la modalità delle condotte è il direttore S.T.. "Comportamenti gravi - quali il - consuetudinario aggiramento delle regole e il ricorso costante alla falsificazione di atti".

Martin Klapfer ricopre invece il ruolo del corruttore secondo la Procura: "Alla luce dei rapporti in atto da cui emerge la disponibilità del direttore a impegnarsi per le sue faccende private e a fornire notizie riservate" e secondo gli investigatori il tutto avveniva dietro un compenso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati soldi e appartamenti nell'ambito dell'indagine sui vertici Agec

VeronaSera è in caricamento