Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Bussolengo / Via delle Nazioni

Verona, accoltella il buttafuori alla schiena fuori dal locale: il giudice respinge il patteggiamento

Non semplici "lesioni aggravate" ma "tentato omicidio" quello di cui è accusato il 18enne dominicano che aveva aggredito con un punteruolo di 20 centimetri il 29enne della security al "Malecon" di Bussolengo

Non semplici “lesioni aggravate” ma un vero tentato omicidio. È ciò che il giudice per le udienze preliminari di Verona, Paolo Scotto di Luzio, ha affermato mercoledì mattina in merito all’aggressione con coltello sfociata nel sangue in un locale di Bussolengo. Era la notte del 10 agosto scorso quando un 18enne di origini dominicane si era avventato sul buttafuori 29enne della discoteca “Malecon”, in zona industriale. L’avvocato della difesa aveva avanzato la derubricazione del reato in “lesioni aggravate” ma il giudice ha respinto la richiesta perché il ferimento alla schiena dell’addetto alla sicurezza è stato valutato in maniera molto più grave.

E così è sfumato il patteggiamento a 2 anni e 4 mesi. In febbraio si terrà l’udienza secondo il rito abbreviato davanti al giudice Laura Donati, alla quale sono stati trasferiti gli atti e davanti al quale la vittima si costituirà parte civile. Potrebbe giocare a sfavore del 18enne di origini dominicane il fatto che quella sera andò nel locale portando con sé un punteruolo di ferro di oltre 20 centimetri realizzato artigianalmente. I carabinieri di Peschiera hanno ricostruito che dopo alcuni bicchieri bevuti in eccesso, il ragazzo era diventato molesto e per questo era stato allontanato dalla disco, frequentata soprattutto da amanti dei balli latino-americani. Il buttafuori lo accompagnò all’uscita e dopo avergli girato le spalle venne colpito da una coltellata. Ad evitare la tragedia furono i colleghi della security che bloccarono l’aggressore in attesa dei carabinieri. Il 29enne ferito venne trasferito all’ospedale di Borgo Trento per medicare la brutta ferita ricevuta ad un rene. La sua prognosi rimase riservata per alcuni giorni. Come spiega L’Arena, il 18enne venne arrestato e poi messo ai domiciliari. Era poi stato concordato un patteggiamento con il pm al quale si era opposto l’avvocato del ferito. Per il giudice, per ora, si tratta di tentato omicidio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, accoltella il buttafuori alla schiena fuori dal locale: il giudice respinge il patteggiamento

VeronaSera è in caricamento