rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Verona, abusivi "in tour" cittadino per la Pausini in Arena: centinaia di sequestri alle due serate

E’ di quattro venditori fermati e 150 pezzi rinvenuti (sciarpe, cappelli, impermeabili ed ombrelli) il bilancio dei controlli della polizia municipale durante gli show della cantante nel fine settimana

E’ di quattro venditori abusivi fermati e 150 pezzi sequestrati (sciarpe, cappelli, impermeabili ed ombrelli) il bilancio dei controlli della polizia municipale durante le due serate di Laura Pausini in Arena nello scorso fine settimana. Gli agenti, in borghese e in divisa, hanno anche individuato alcuni bagarini, sia veronesi che pendolari, che non sono però riusciti a vendere i biglietti in loro possesso. “Con questo concerto abbiamo avuto la riprova di come sia cambiata la modalità di vendita degli operatori irregolari - commenta il comandante della polizia municipale di Verona, Luigi Altamura – visto che in questa occasione hanno preferito tenere gli articoli direttamente in mano o appesi, alcuni addirittura infilati nei pantaloni, senza la presenza di carrelli e banchetti mobili, strutture che spesso si erano viste nei principali appuntamenti della scorsa stagione”.

L’anno scorso erano stati infatti numerosi i carrelli sequestrati, utilizzati dai venditori abusivi come espositori e banchi mobili dove mettere in mostra la merce. Tutti gli articoli, quelli legati alla cantante così come ombrelli ed impermeabili generici, sono stati posti sotto sequestro. Ai quattro venditori è stata contestata la violazione sulle norme specifiche del commercio, che prevede una sanzione di 5mila e 164 euro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, abusivi "in tour" cittadino per la Pausini in Arena: centinaia di sequestri alle due serate

VeronaSera è in caricamento