Cronaca Zai / Strada dell'Alpo

Verona, abita in una casa di campagna senza riscaldamento e muore di freddo

Allarme al 118 e alla polizia municipale da parte di una vicina che non aveva più avuto notizie del 45enne ghanese che aveva occupato un casale fatiscente sulla strada dell'Alpo. Il ricovero a Borgo Trento non è bastato a salvarlo

Solo, abbandononato, a far la vita del senzatetto anche se una casa per ripararsi l'aveva trovata. Lo hanno ritrovato agonizzante in casa ed è scattato l’allarme dopo la segnalazione di una vicina. Purtroppo però era già troppo tardi. I medici hanno tentato il tutto per tutto per salvarlo ma non è bastato. E’ stato probabilmente il freddo, oltre ai problemi al cuore, ad aver causato la morte di Samuel Beith Tetteh, cittadino ghanese di 45 anni. L’uomo viveva da un po’ di tempo in una casa diroccata in campagna, sulla strada dell’Alpo. E’ stata una vicina, che non lo vedeva da qualche giorno a chiamare allarmata la polizia municipale. Proprio lei si era accorta della mancanza, da giorni, dell'uomo.

Un semplice controllo, dopo aver bussato alla porta senza ricevere risposta, è servito a scoprire l’uomo agonizzante, disteso a letto. L’arrivo dei sanitari del 118 e il ricovero a Borgo Trento non è bastato a salvargli la vita. Il decesso è stato dichiarato mercoledì sera dopo l’aggravarsi delle sue condizioni. Il referto medico riporta che l'uomo sia deceduto per arresto cardiocircolatorio. Nella casa che occupava vicino alla tangenziale non c’era alcun tipo di riscaldamento. Secondo alcune indiscrezioni il 45enne aveva rifiutato qualsiasi assistenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verona, abita in una casa di campagna senza riscaldamento e muore di freddo

VeronaSera è in caricamento