menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto web

Foto web

Verona, abbandonato in casa, cane disperato si lancia dal balcone: muore dopo poche ore

Non ce l'ha fatta a reggere alle gravi condizioni di salute. Secondo la ricostruzione era stato lasciato nell'appartamento al terzo piano di Borgo Roma per una decina di giorni. È piombato sul terrazzo di sotto e l'hanno curato. Ma non è bastato

Non ce l’ha fatta. Troppo gravi le sue condizioni di salute dopo che lo avevano abbandonato senza cibo ne’ acqua in un appartamento di Verona. Kira, un cane di razza husky di due anni di età, per sfuggire dalla disperazione si era lanciata dal terzo al secondo piano del palazzo di via Olifante, zona Borgo Roma, a Verona. È morta poche ore dopo che i vigili del fuoco, sabato scorso, erano riusciti a salvarla dall’incuria. Quando lo hanno individuato, il povero animale era terrorizzato e la vista di tante persone attorno a lui lo ha spaventato talmente tanto che non si lasciava avvicinare. Sul terrazzo della condomina di sotto erano presente vomito e feci. Così come in quello della proprietaria, segno che era da tempo che non si prendeva cura di Kira. erano stati alcuni residenti a chiamare i soccorsi, udendo i guaiti del cane. Sul posto erano accorsi vigili del fuoco con l’autoscala e la polizia municipale.

Sono partiti i primi soccorsi: lo hanno rincuorato e gli hanno preparato una ciotola d’acqua. In pochi minuti ne ha bevuto due litri. Le cure sono state poi affidate ai veterinari dell’Ulss 20 che hanno trasferito l’husky malandato al canile. Dopo tante sofferenze, la notte tra sabato e domenica, ha ceduto. Secondo la prima ricostruzione degli agenti, il cane era abbandonato a se’ stesso da una decina di giorni, come avrebbe testimoniato il degrado all’interno dell’appartamento. Sarebbe stata una coincidenza fortunata che Kira, fuggendo da quella sua “prigione”, sia atterrata al piano immediatamente sotto. Spiega L’Arena che la Lav, associazione animalista anti-vivisezione, si sarebbe già messa in moto per chieder giustizia contro il maltrattamento e la morte del povero cucciolo husky. A segnalarlo è la volontaria Rina Goffredo:

«mentre eravamo nei pressi di questo condominio è arrivata anche la proprietaria del cane, la quale, per tutto il bene che dice di volere al suo animale, era da sabato sera che non chiedeva notizie al veterinario. Allora sono andata io dal veterinario, che non mi voleva dare alcuna informazione. Quindi è stata chiamata la padrona, che si è degnata di farsi vedere dopo oltre un'ora. Finale della storia? la povera cagnolona è morta proprio la notte tra sabato e domenica. Ma non finisce qui», assicura Goffredo, «noi rappresentanti delle quattro associazioni animaliste veronesi, Lav, Lega nazionale per la difesa del cane, Enpa e Animalisti verona, da sempre unite per cercare di aiutare animali in difficoltà, perseguiremo questa persona, che dovrà rispondere di maltrattamento gravissimo, con l'aggravante della morte dell'animale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento