Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Cala ancora l'incidenza di positività e il Veneto si conferma zona bianca: i dati del monitoraggio settimanale

Lieve aumento dell'indice Rt per il Veneto, ma migliora ancora la situazione negli ospedali. Da lunedì 14 giugno altre sei Regioni in zona bianca

Verona, piazza Bra - Veneto zona bianca

Il Veneto si conferma in zona bianca anche per la prossima settimana, così come ampiamente previsto. La certificazione è arrivata all'esito del monitoraggio settimanale di oggi, venerdì 11 giugno, operato dalla Cabina di regia nazionale che ha analizzato i dati epidemiologici di ciascuna Regione italiana. Il Veneto vede calare l'incidenza di positività settimanale calcolata sui 100 mila abitanti che raggiunge quota 15 casi, mentre erano 19 nel monitoraggio di venerdì scorso.

Si resta dunque sempre sotto la soglia dei 50 casi, così come a diminure sono poi per il Veneto i tassi di occupazione dei posti letto negli ospedali: per quel che riguarda l'area medica il tasso di occupazione è pari al 3%, mentre per le terapie intensive è pari al 4%. Nel monitoraggio della scorsa settimana si era al 5% in entrambi i settori ospedalieri, ma oltre a ciò va ricordato che le soglie di allerta sono ben lontane, essendo pari al 40% di occupazione per i posti letto in area medica e del 30% per quelli in terapia intensiva.

L'indice Rt del Veneto risulta invece nell'ultimo monitoraggio lievemente in rialzo, essendo passato dal valore di 0,64 di venerdì scorso allo 0,68 nel report di quest'oggi, ad ogni modo sempre al di sotto della soglia "1". Resta infine "basso" il livello complessivo di rischio assegnato alla Regione Veneto, così come a tutte le altre Regioni italiane, tranne però la Sardegna che quest'oggi nel monitoraggio viene indicata avere un livello di rischio "moderato".

La situazione in Italia

Le Regioni che passerano in zona bianca da lunedì 14 giugno saranno Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna e Provincia di Trento, le quali si aggiungeranno così ad Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Molise, Sardegna, Umbria e Veneto. L'indice Rt medio nazionale in Italia calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 0,68 (range 0,67– 0,69), stabile rispetto alla settimana precedente. 

Nel report di oggi si legge che «l’incidenza, sia sull’intero territorio nazionale che in tutte le Regioni e Province Autonome, continua a diminuire ed è in tutte le Regioni e Province Autonome sotto il 50 per 100.000 abitanti ogni 7 giorni». In tal senso, «l’effettuazione di attività di tracciamento sistematico possono consentire una gestione basata sul contenimento ovvero sull’identificazione dei casi e sul tracciamento dei loro contatti». Anche la «pressione sui servizi ospedalieri si conferma al di sotto della soglia critica in tutte le Regioni e Province Autonome e la stima dell’indice di trasmissibilità Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stabilmente al di sotto della soglia epidemica».

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Monitoraggio settimanale 11 giugno 2021 - Prof Rezza
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala ancora l'incidenza di positività e il Veneto si conferma zona bianca: i dati del monitoraggio settimanale

VeronaSera è in caricamento