menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Screening al seno, ecco il progetto finanziato da Veneto Banca

Grazie alla donazione di 65.000 Euro da parte della Fondazione Veneto Banca, è stato annunciato oggi l’avvio di un importante progetto di ricerca

La lotta contro la fibrosi cistica gioca la sua partita importante anche sul terreno della prevenzione. La Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica e la Fondazione Veneto Banca: due realtà  venete da oggi unite nello scopo comune di far progredire la ricerca in fibrosi cistica e sostenere la cultura della prevenzione attraverso una maggiore conoscenza della FC, la malattia genetica grave più diffusa, che in Italia affligge più di settemila persone, la cui vita mediamente non supera i 40 anni, e conta 200 nuovi nati ogni anno.
 
Grazie alla donazione di 65.000 Euro da parte della Fondazione Veneto Banca, è stato annunciato oggi l’avvio di un importante progetto di ricerca (FFC#8/2011) coordinato dal dottor Carlo Castellani del Centro Regionale Veneto FC (Azienda Ospedaliera Universitaria di Verona), in collaborazione con il Laboratorio di Clinica Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera di Padova guidato dal dottor Luigi Picci. Lo studio servirà a monitorare, coordinare e implementare lo screening del portatore FC già offerto in regime di S.S.N. dal laboratorio di Padova, servizio presto esteso anche alle province di Treviso, Vicenza, Belluno e Venezia.

"Siamo lieti di sostenere questo progetto – dichiara Franco Antiga, Presidente della Fondazione Veneto Banca -. E’ per noi un onore contribuire alla realizzazione di uno studio importante e accurato come quello presentato oggi. La ricerca è un ambito di particolare interesse per Fondazione Veneto Banca – continua Antiga - collaboriamo con le più importanti strutture ospedaliere e universitarie regionali, con associazioni e centri di ricerca nazionali, per sopperire – nel nostro piccolo – alla mancanza di adeguato sostegno che il mondo scientifico italiano merita. Gli interventi della Fondazione Veneto Banca sono accomunati dall’obiettivo di contribuire alla realizzazione di iniziative di eccellenza nel territorio veneto, di cui quella adottata è un felice esempio".

 
"Siamo grati alla Fondazione Veneto Banca per questa donazione. La lotta contro la fibrosi cistica oggi si arricchisce di un nuovo, importante tassello. Oggi non parliamo di molecole, trapianti o di nuovi farmaci, ma di prevenzione: un aspetto non meno importante che si aggiunge ai diversi filoni di ricerca scientifica che la nostra Fondazione promuove da 15 anni» - ha dichiarato il Prof. Gianni Mastella, Direttore Scientifico della FFC e storico luminare del Centro FC di Verona, che prosegue: - Questo progetto testimonia l’interesse della Fondazione nel creare consapevolezza sulla fibrosi cistica, la più diffusa fra le malattie genetiche gravi con cui un bambino può nascere. E’ una malattia che colpisce molti organi vitali: in particolare i polmoni che vanno incontro a ripetute infezioni, e il pancreas che non produce enzimi per digerire i cibi. Non c’è ancora una cura risolutiva e molti nostri progetti di ricerca sono orientati in questa direzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento