Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Valverde / Via Gian Matteo Giberti

Vendita online di farmaci dal primo luglio: via libera ma con garanzia delle farmacie

Federfarma Verona comunica che da luglio sarà possibile acquistare online i farmaci, ma solo per quelle farmacie che avranno chiesto l'autorizzazione ufficiale alla Regione

Via libera dal 1° luglio 2015 alla vendita anche in Italia di farmaci on-line, ma in realtà questo sarà possibile solo tramite le farmacie che avranno fatto ufficiale richiesta di autorizzazione alla Regione Veneto.

"Si tratta di una apertura al futuro che però non deve fare abbassare la guardia nei confronti delle frodi via internet di medicinali - spiega Marco Bacchini, presidente di Federfarma Verona, l’Associazione dei titolari di farmacia -. Che alle spalle di una vendita trasparente ci siano le farmacie è garanzia di sicurezza ed è proprio l’educazione alla legalità che va promulgata in un settore, quello dell’e-commerce sanitario che adesso vive una completa deregulation e a cui si rivolge un’attenzione morbosa solo quando si verifica un decesso a causa di medicinali illegali, contraffatti o utilizzati impropriamente. È chiaro che nelle farmacie virtuali autorizzate verranno dispensati solo farmaci per i quali non è prevista la ricetta medica, approvati dal Ministero della Salute e quindi legali, ma è comunque fondamentale che lo stesso Ministero promuova una massiccia campagna informativa per istruire la popolazione ad un acquisto corretto e consapevole sperando che questo possa aiutare a contenere il commercio illegale purtroppo drammaticamente in via di espansione".

"Sono comunque sempre convinto – prosegue Bacchini – che poiché autorevoli studi hanno dimostrato che l’accesso ad una farmacia “tradizionale” avviene mediamente (media nazionale) in 6,2 minuti dal proprio domicilio, grazie alla capillare presenza della rete delle farmacie del territorio, sia sempre preferibile per l’utente rivolgersi direttamente alla propria farmacia e farmacista di fiducia che, in quanto tecnico esperto del farmaco, educatore sanitario e capace di un ruolo competente ed attivo in farmacovigilanza, è in grado di suggerire sempre la scelta del prodotto più adatto nella cura delle piccole patologie, accompagnando l’acquisto del prodotto senza ricetta da un prezioso consiglio professionale. Personalmente credo che nessuna tecnologia possa sostituire il colloquio diretto e personale del Farmacista con l’utente, che spesso ha necessità di essere utilmente informato e rassicurato sull’efficacia, sulla corretta modalità di assunzione e conservazione, ma anche sulle interazioni dei farmaci utilizzati. Gli esperti dicono che la prima forma di comunicazione efficace è l’ascolto; in questo i farmacisti sono sempre a disposizione, per cercare di venire incontro alle esigenze dei propri pazienti, indirizzandoli ad un corretto utilizzo del farmaco ed ad una corretta aderenza alla terapia, a tutela della loro salute".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita online di farmaci dal primo luglio: via libera ma con garanzia delle farmacie

VeronaSera è in caricamento