Parco di via Licata, vandali danneggiano auto. «Servono le telecamere»

Il consigliere comunale del PD Federico Benini: «Presi a sassate parabrezza, finestrini e portiere. L'amministrazione sfugge alle proprie responsabilità»

Il finestrino di un'auto rotto da un vandalo

Il consigliere comunale del Partito Democratico di Verona Federico Benini prosegue la sua crociata per chiedere maggiore sicurezza al parco di via Licata, ad un anno dalla sua inaugurazione. Dopo aver denunciato la poca attenzione dell'amministrazione comunale alla petizione sottoscritta dai cittadini, Benini ritiene che ora sarà ascoltato, visti alcuni recenti atti di vandalismo. Delle auto dei residenti, infatti, sono state danneggiate. Evento che secondo il capogruppo del PD non si sarebbe verificato se ci fossero state le telecamere richieste dalla popolazione che vive vicino al parco.

auto-danneggiata-vandali-2

Il parco di via Licata è ancora senza risposta rispetto alle problematiche di schiamazzi notturni e di frequentazioni "poco raccomandabili" emerse fin dalle settimane successive all'inaugurazione - scrive Benini - In breve tempo, infatti, il parco è diventato meta di un chiassoso gruppo di giovani che con urla e schiamazzi spesso tiene svegli fino a tardi i residenti.
L'amministrazione non intende soddisfare in tempi brevi le richieste dei residenti, ma "valuterà" la possibilità di installare i dispositivi in una "prossima fornitura" di telecamere. Tuttavia, a causa dell'indifferenza totale dell'assessore alla sicurezza Polato, venerdì notte intorno a mezzanotte e mezzo, un gruppo di vandali frequentatori del parco ha preso a sassate i parabrezza, i finestrini e le portiere di alcune auto parcheggiate.
Siamo di fronte ad un pessimo esempio di politica, che è presente in massa quando c'è da inaugurare un'opera, ma poi sfugge alle proprie responsabilità quando si tratta di far fronte alle criticità. Eppure ai cittadini era risultato evidente fin dal momento dell'inaugurazione che l'assenza di una recinzione adatta non avrebbe consentito di regolare l'accesso al parco nelle ore notturne. Ora che ne pensa l'assessore Polato che con tanta superficialità aveva ignorato le richieste dei residenti? Il minimo sono le scuse, seguite subito dall'installazione delle telecamere.

vandali-auto-finestrino-rotto-2
(Foto inviate dal consigliere Benini sui danneggiamenti operati dai vandali vicino al parco di via Licata)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Finisce fuori strada con la Ferrari, ipotesi malore: muore imprenditore in Transpolesana

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 14 al 16 febbraio 2020

  • Rubavano dalla cassa del negozio per cui lavoravano: commesse in manette

  • Preleva 1.500 euro con un bancomat rubato, scoperto e denunciato

  • Finalmente insieme a Verona i vincitori del concorso di San Valentino

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

Torna su
VeronaSera è in caricamento