rotate-mobile
Cronaca

Valanga sul Baldo, quattro escursionisti vivi per miracolo

Sono stati travolti dalla neve e trascinati a valle ieri mattina, a 400 metri dal rifugio Chiesa

Sono salvi e senza ferite i quattro escursionisti vronesi che travolti da una valanga sul monte Altissimo, nel gruppo del Baldo sopra il lago di Garda. La passeggiata di tre uomini, Francesco Giarola, 47 anni, di Legnago, Graziano Furla, 50 anni di Villabartolomea, Denis Vallani, 43 anni di Cerea, e una donna, Anna Canoso, 47 anni, di Legnago poteva concludersi in maniera tragica durante la discesa con le ciaspole dalla cima dell'Altissimo. La loro escursione era cominciata a metà mattinata, verso le 10e30, quando erano partiti, da San Valentino per raggiungere il rifugio Graziani. A 400 metri dal "Damiano Chiesa" sono stati travolti dalla valanga di neve e trascinati metri più a valle.


Tutto è avvenuto in pochi attimi. Attimi di puro terrore per i quattro, dato che in quota la nevicata si è trasformata in bufera e ha reso difficoltose le ricerche dei soccorsi intervenuti con gli elicotteri. In tre, Furla, Vallani e Canoso sono riusciti a liberarsi da soli e non vedendo il quarto, Giarola, hanno dato l'allarme alla Centrale operativa del 118 che ha inviato sul posto le unità della Protezione civile. Il quarto escursionista era però riuscito a galleggiare sulla neve e a salvarsi. Era sceso da solo verso valle verso San Giacomo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valanga sul Baldo, quattro escursionisti vivi per miracolo

VeronaSera è in caricamento