«Più sicuri insieme», campagna della Polizia contro le truffe agli anziani

È stato realizzato un vademecum che ha l'obiettivo di aumentare le difese dei cittadini, soprattutto in questi mesi estivi in cui aumentano i rischi per gli anziani che rimangono soli

La dirigente dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura di Verona Anna Capozzo ha rilanciato anche nel capoluogo scaligero la quarta edizione della campagna nazionale della Polizia di Stato contro le truffe agli anziani.

In questi ultimi anni, i reati subiti dalla popolazione anziana sono tendenzialmente diminuiti a parte le truffe, che hanno avuto un leggero aumento. Un dato che non allarma troppo la dottoressa Capozzo, la quale legge in queste statistiche anche un lato positivo. Se prima gli anziani non denunciavano di aver subito una truffa perché si vergognavano, ora queste remore stanno lentamente cadendo, anche grazie al lavoro continuo di sensibilizzazione attuato dalle forze dell'ordine.

La Polizia di Stato ha realizzato quest'anno vademecum che ha l'obiettivo di aumentare le difese dei cittadini, soprattutto in questi mesi estivi in cui aumentano i rischi per gli anziani che rimangono soli. Il documento contiene consigli semplici ed importanti, oltre agli accorgimenti da adottare per difendersi dai rischi di raggiri che potrebbero verificarsi in casa, per strada, sui mezzi di trasporto, in luoghi pubblici o su internet.

Anna Capozzo ha voluto inoltre aggiungere un appello nei confronti di chi vive a contatto con persone anziane, come ad esempio vicini di casa oppure gli esercenti o gli impiegati di banca. Anche loro possono dare un grande contributo alla sicurezza, segnalando eventuali situazioni insolite che potrebbero essere il principio di un eventuale truffa a danno di un cittadino anziano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

«Più sicuri insieme», campagna della Polizia contro le truffe agli anziani

VeronaSera è in caricamento