menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Girardi, Sboarina e Mantovani al CVP in Fiera

Girardi, Sboarina e Mantovani al CVP in Fiera

Al via a Verona la vaccinazione degli over 80: oltre 7 mila i primi chiamati

Dopo personale sanitario ed Rsa si comincia con la vaccinazione dei nati nel 1941

A partire da oggi, lunedì 15 febbraio 2021, ha ufficialmente inizio la campagna di vaccinazione anti Covid-19 per tutti gli assistiti dell'azienda Ulss 9 Scaligera nati nel 1941. Si tratta della prima categoria di persone coinvolte per questa nuova fase del piano vaccinale, dopo le somministrazioni al personale sanitario ed a quello nelle residenze per annziani e relativi ospiti. Si parte dunque con la vaccinazione agli over 80 che hanno ricevuto la lettera di invito, all'interno della quale viene indicato il luogo, ma anche la data e l'orario dell'appuntamento. Nel corso del primo incontro per ricevere il vaccino, verrà già programmata la successiva data per vedersi somministrata anche la seconda dose e completare così l'iter previsto.

Nel Veronese sono oltre 7 mila le persone nate nel 1941 e chiamate ad eseguire il vaccino contro Covid-19. Successivamente si procederà con la classe 1940 che conta all'incirca lo stesso numero di persone e che in queste ore dovrebbero star già ricevendo le lettere di convocazione per presentari poi a partire dalla prossima settimana. Per i soggetti che dovessero risultare impossibilitati a muoversi da casa è anche prevista la vaccinazione al proprio domicilio. I numeri iniziali di vaccinazioni giornaliere non possono in questa fase che risultare tutto sommato contenuti, poiché è necessario confrontarsi sempre con le reali risorse a disposizione, tenuto conto del fatto che i vaccini attualmente disponibili necessitano di due dosi e ne devono quindi essere sempre conservate a sufficienza per garantire i richiami.

I punti adibiti alla campagna di vaccinazione nel territorio veronese sono definiti tecnicamente Centri vaccinali di popolazione (CVP, ndr) ed al momento in tutta la provincia scaligera se ne contano quattro: a Verona è predisposto presso la Fiera nel padiglione 10 all'ingresso "E", mentre nel Comune di San Bonifacio ne è previsto un altro al Palaferroli. Un ulteriore Centro vaccinale di popolazione è quindi allestito a Legnago presso l'ospedale con l'ingresso dal lato del pronto soccorso e, infine, un altro CVP si trova alla Bocciofila del Comune di Bussolenngo in strada di San Vittore, 1.

Nel giorno in cui si è chiamati ad eseguire la vaccinazioe, è importante rispettare alcune raccomandazioni e semplici istruzioni fornite dalla Ulss 9 Scaligera. Anzitutto bisogna rispettare la sede e l'orario indicati nell'invito, evitando così di creare assembramenti e ricordando che non sarà possibile accedere alla struttura prima di 15-20 minuti rispetto all’orario fissato per l'appuntamento. Inoltre bisogna sempre avere con sé la propria tessera sanitaria, ma anche il proprio foglio di anamnesi compilato e firmato (il documento è allegato alla lettera di invito alla vaccinazione). È poi raccomandato indossare dei vestiti comodi, quindi ad esempio non la camicia, che consentano così di esporre facilmente la parte superiore del braccio dove la vaccinazione sarà eseguita. Infine, è ovviamente indispensabile indossare sempre una mascherina chirurgica a protezione delle vie respiratorie. L'Ulss 9 ricorda inoltre che nel caso fosse necessario farsi accompagnare, è raccomandato che sia presente un solo accompagnatore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento