Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca Zai / Via Belgio

L'ordinanza del commissario Figliuolo: priorità vaccini agli anziani over 80 e persone fragili

Le Regioni dovranno dare priorità ai soggetti con più di 80 anni, poi quelli con «elevata fragilità», quindi solo più tardi persone tra i 79 e 70 anni, in seguito 69 e 60 anni, sempre «utilizzando prevalentemente» per tutte queste persone il vaccino Vaxzevria (AstraZeneca)

l Commissario per l'emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo

Il Commissario per l'emergenza Covid-19, Francesco Paolo Figliuolo, ha firmato l'ordinanza n. 6 del 9 aprile 2021 che, in linea con il Piano nazionale del Ministero della Salute approvato con decreto 12 marzo 2021, dispone il seguente ordine di priorità ai fini della vaccinazione contro Covid: prima le persone di età superiore agli 80 anni, poi le persone con elevata fragilità e, ove previsto dei familiari conviventi, caregiver, genitori/tutori/affidatari, infine solo successivamente persone di età compresa tra i 79 ed i 70 anni e, a seguire, persone di età compresa tra i 69 ed i 60 anni.

Scarica l'ordinanza vaccinazioni Covid-19 del Commissario Figliuolo

Le vaccinazioni per queste fasce di popolazione, come si legge nel testo dell'ordinanza del Commissario Francesco Paolo Figliuolo, dovrà avvenire «utilizzando prevalentemente vaccini Vaxzevria (precedentemente denominato Covid-19 Vaccine AstraZeneca) come da recente indicazione dell’AIFA». Parallelamente viene completata la vaccinazione di tutto il personale sanitario e sociosanitario, in prima linea nella diagnosi, nel trattamento e nella cura del Covid-19 e di tutti coloro che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche e private. A seguire, sono vaccinate le altre categorie considerate prioritarie dal Piano nazionale, parallelamente alle fasce anagrafiche secondo l’ordine indicato.

Le persone che hanno già ricevuto una prima somministrazione «potranno completare il ciclo vaccinale col medesimo vaccino». Al contrario, invece, a dover attendere saranno quelle persone di età inferiore ai 60 anni che dovessero risultare in una categoria tra quelle indicate prioritarie prima dell'ultima ordinanza firmata dal generale Figliuolo, ad esempio la categoria degli "insegnanti", ma che ad oggi non dovessero essersi ancora visti somministrare la prima dose del vaccino. Rispetto a loro, la nuova ordinanza stabilisce che la priorità delle vaccinazioni dovrà privilegiare l'ordine sopra esposto e, dunque, i vaccini disponibili dovranno essere somministrati anzitutto agli over 80 ancora non vaccinati, poi chi ha elevata fragilità, quindi via via in ordine anagrafico fino a chi ha 60 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ordinanza del commissario Figliuolo: priorità vaccini agli anziani over 80 e persone fragili

VeronaSera è in caricamento