menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Picchia la moglie e abusa della figlia, 46enne alla sbarra a Verona

In tribunale, la compagna e le figlie hanno confermato i maltrattamenti e i due casi di violenza sessuale imputati all'uomo

Si è tenuta ieri, 24 maggio, a Verona l'udienza del processo che vede un uomo di 46 anni accusato dalla moglie e dalle figlie di maltrattamenti in famiglia e violenza sessuale. In tribunale, ieri, hanno raccontato la loro versione le tre donne, mentre l'imputato parlerà nella prossima udienza.

I maltrattamenti sarebbero avvenuti dal 2008 al 2014, mentre sarebbero due i casi in cui l'uomo avrebbe violentato una delle sue figlie, nell'autunno del 2013 e nel gennaio del 2014, come riportato da Manuela Trevisani su L'Arena. Le denunce, però, sono partite nel 2015, quando la figlia ha confessato alla madre quello che aveva subito.
La donna, in tribunale, ha testimoniato che il marito in un'occasione avrebbe cercato di strangolarla e in una lite per gelosia l'avrebbe picchiata con il ferro da stiro. Violenze che non la spinsero a denunciare, un po' per paura e un po' per non dover ammettere il fallimento della famiglia. Alle parole della madre si sono aggiunte quelle delle figlie, la più grande ha confermato i due abusi sessuali avvenuti dopo alcuni litigi con il padre, mentre la figlia più piccola ha rivelato di aver mentito per difendere suo padre, come quando gli forniva le sue urine per poter superare gli esami del Sert. L'uomo infatti era in cura per la dipendenza dal gioco d'azzardo e dalla droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento