rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Una rotatoria in pi in corso Milano, passa il progetto

Accordo in Consiglio sulla proposta dell'Immobiliare Conquerre che si accoller le spese

Parte il progetto per una rotatoria intermedia in corso Milano in agggiunta alle due già esistenti e previste dal piano originario. La decisione è stata presa ieri in consiglio comunale con 36 voti a favore, 2 contrari e 1 astenuto. Le spese saranno totalmente a carico dell’Immobiliare Cinquerre Spa, già centro vendita alimentari Rossetto, che ne ha proposto l’attuazione al fine di agevolare l’accesso al proprio punto vendita, assicurando una maggior fluidità e sicurezza alla viabilità.

Con il provvedimento, sono state approvate anche la variante 314 finalizzata all’esecuzione dell'opera e la convenzione diretta a regolare i reciproci rapporti tra l’amministrazione e l'Immobiliare Cinquerre. Approvate con 26 voti a favore e 10 astenuti anche le integrazioni e le modifiche al “Piano del Commercio sulle aree pubbliche”, approvato dal Consiglio comunale l’8 marzo 2007. Il provvedimento prevede il riordino di alcune aree mercatali presenti sul territorio comunale, in accordo con le Circoscrizioni e le associazioni di categoria. Accolto dall’assessore al Commercio, Enrico Corsi, l’emendamento a firma del capogruppo della Lega Nord Barbara Tosi “per la realizzazione di un’iniziativa sperimentale con cadenza mensile del tipo “mercatino dell’antiquariato” in piazza Cittadella, previa autorizzazione della Giunta Comunale”; respinti, in fase di votazione, due emendamenti a firma del capogruppo del Pd, Stefania Sartori.

Prima dell’inizio della seduta il presidente del Consiglio comunale, Pieralfonso Fratta Pasini, insieme ai capigruppo, ha ricevuto le rappresentanze sindacali riunite dell’Over meccanica per discutere sulle problematiche dei lavoratori dell’azienda attualmente in cassa integrazione. Successivamente, ad inizio seduta, è stato approvato all’unanimità con 39 voti favorevoli l’ordine del giorno a firma del consigliere Pd, Giancarlo Montagnoli, che, in relazione alla crisi dell’azienda veronese Over meccanica, aveva invitato il sindaco ed il presidente del Consiglio comunale “a mettere in atto tutte le iniziative utili nei confronti della proprietà e delle banche e dei soggetti interessati a rilevare l’attività produttiva affinché la trattativa in corso consenta una soluzione che garantisca la continuità dell’attività industriale nell’area storica della Zai e salvaguardi i livelli occupazionali; a individuare le forme di sostegno alle famiglie dei lavoratori in difficoltà”. Inoltre, il Consiglio comunale invita la Presidenza del Consiglio comunale “a dare il patrocinio alle eventuali iniziative culturali organizzate al fine di raccogliere fondi per sostenere il reddito dei lavoratori”. Il Consiglio comunale ha osservato un minuto di silenzio per commemorare gli oltre 150 immigranti dispersi in mare, dopo che un barcone è affondato mentre cercava di raggiungere l’isola di Lampedusa. La proposta di silenzio è stata avanzata dal consigliere Pd Maria Luisa Albrigi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una rotatoria in pi in corso Milano, passa il progetto

VeronaSera è in caricamento