Tifoso dell'Hellas aggredito a Udine, denuncia e Daspo per un 25enne

Il supporter gialloblu è stato colpito con la fibbia di una cintura alla testa. La ferita è stata ricucita con sei punti di sutura. La prognosi dei medici del pronto soccorso è stata di sette giorni

Foto di repertorio

Per l'aggressione ad un tifoso dell'Hellas Verona, un 25enne di Udine è stato denunciato per lesioni aggravate ed è stato colpito da un Daspo di quattro anni. Il giovane ultras non potrà quindi accedere agli impianti sportivi e in più, per due anni, dovrà presentarsi nella questura friulana per firmare, nei giorni in cui l'Udinese giocherà in casa, anche se le partite sono a porte chiuse.

Le iniziali del nome del denunciato sono S.S.B.. È un cittadino italiano, pregiudicato per reati contro la persona e contro il patrimonio e già noto alle forze dell'ordine per episodi violenti. La vittima è uno studente universitario, classe '92, il quale ha riportato una ferita alla testa, medicata poi al pronto soccorso. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La presunta aggressione al tifoso veronese è avvenuta il 16 febbraio scorso, prima della partita della Dacia Arena tra Udinese ed Hellas Verona. UdineToday riporta la ricostruzione della polizia friulana. La vittima, insieme al fratello, aveva raggiunto lo stadio a bordo di un autobus. I due indossavano sciarpe gialloblu e per questo sono stati notati da S.S.B., il quale si è avvicinato, minacciandoli con una cinghia. I due fratelli sono quindi scappati, ma l'aggressore li ha rincorsi ed è riuscito a colpire alla testa lo studente veronese con la fibbia della cintura. Il colpo ha aperto una ferita, poi ricucita con sei punti di sutura.
Il ferito è stato soccorso dagli agenti di polizia sul posto, che lo hanno poi accompagnato al pronto soccorso. La prognosi dei medici è stata di sette giorni. Nell'immediato, sono anche partite le indagini della Digos di Udine, che è riuscita a risalire a S.S.B. grazie alle testimonianze e alle immagini delle telecamere di videosorveglianza della stadio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento