rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Ultras Brescia, dal questore forse il divieto di manifestare

I tifosi vogliono rimanere nel piazzale della stazione Porta Nuova in ricordo degli scontri del 2005

Le forze dell'ordine della città si preparano ad accogliere migliaia di ultras bresciani in occasione della partita di domani con l'Hellas. Non un match come gli altri. Anzi, uno di quelli più a rischio. Per questo motivo questa mattina carabinieri, polizia stradale, polizia municipale, polizia ferroviaria e guardia di finanza si sono riuniti in questura per un tavolo tecnico di coordinamento in vista del primo pomeriggio di domani.

Alla fine della riunione il questore Michele Rosato si è riservato la decisione di firmare un decreto per vietate la manifestazione che i tifosi lombardi vorrebbero organizzare nel piazzale della stazione Porta Nuova. Lì, infatti, sei anni fa ci furono violenti scontri tra ultras e polizia, al punto che Paolo Scaroni, un tifoso della squadra biancoblù, finì in coma e ora è un invalido al 100%. Gli ultras hanno già dichiarato la loro volontà di rimanere nel piazzale in onore di Scaroni. Un fatto ritenuto molto pericoloso per l'ordine pubblico. Perché molti sostenitori veronesi raggiungono la città in treno e a quel punto evitare un contatto tra le due tifoserie diventerebbe molto difficile.

In ogni caso la presenza degli agenti sul territorio sarà rafforzata. Sia in stazione, sia in zona Bentegodi. Inoltre alcune pattuglie controlleranno il transito dei veicoli in corrispondenza dei caselli autostradali. In caso di incidenti, le forze dell'ordine sono pronte a usare massicciamente i video delle telecamere di sorveglianza che coprono tutto il piazzale della stazione ferroviaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultras Brescia, dal questore forse il divieto di manifestare

VeronaSera è in caricamento