Il dg dell'Ulss9 Girardi: «Solo 3 case di riposo hanno una percentuale di positivi tra il 70% e l'80%»

Girardi ha riferito che «sulla settantina di case di riposo che abbiamo, 44 di esse hanno una percentuale, per quanto riguarda gli ospiti, che è mediamente sotto il 5% di persone positive»

 

«Il tema delle case di riposo è quello più importante nella gestione di questa emergenza», così il dg dell'Ulss 9 Scaligera Pietro Girardi durante la conferenza stampa odierna, mercoledì 22 aprile. «All'interno delle terapie intensive negli ospedali, - ha detto Girardi - non solo nella nostra Ulss che è stata la più colpita, ma un po' in tutta la regione, non c'è stato alcun tipo di problema grazie al lavoro di tutti quanti, del personale sanitariao e di tutti i lavoratori al loro interno».

Girardi ha quindi sottolineato che per il futuro dovranno essere sempre mantenute le misure di sicurezza, dalle distanze di sicurezza alla disinfezione delle mani e il mantenimento delle mascherine, piuttosto che fare le file prima di entrare nei negozi con lo scaglionamento degli ingressi. Il dg dell'Ulss ha annunciato che entro la fine della settimana dovrebbero essere ultimata la campagna di screening sui dipendenti, mentre per i sindaci dei vari Comuni veronesi verrà nominato un "capo team" tra i medici di medicina generale cui fare riferimento per ogni questione legata all'emergenza sanitaria sul territorio.

In merito alle case di riposo, il dg Girardi ha sottolineato che «non sono dell'Ulss, ma ciascuna ha un'autonomia giuridica ed economica», ricordando che nella provincia di Verona ve ne sono molte di più che in altre area, circa il doppio rispetto ad esempio la provincia di Padova. Girardi ha quindi riferito che «sulla settantina di case di riposo che abbiamo, 44 di esse hanno una percentuale, per quanto riguarda gli ospiti, che è mediamente sotto il 5% di persone positive, mentre sono 46 quelle che invece hanno i dipendenti positivi sotto il 5%». Il dg dell'Ulss9 ha quindi aggiunto che «solo 3 case di riposo hanno una percentuale degli ospiti positivi molto elevata perché è compresa tra il 70% e l'80%». A questo punto il dg Girardi ha quindi aggiunto che «non darò numeri di ogni singola casa di riposo perché non lo ritengo assolutamente corretto, essendo le case di riposo che devono dare i propri numeri se vogliono darli, proprio in funzione di quell'autonomia di cui ho detto prima». Per quanto riguarda l'ospedale Covid a Villafranca di Verona, il dg Girardi ha poi annunciato che per il futuro «sicuramente aprirà anche alle altre specialità».

Potrebbe Interessarti

Torna su
VeronaSera è in caricamento